Valeria Biotti …La pancia del tifoso “Quel cassetto delle emozioni urgenti”

Ci sono mille storie segrete, mille immaginate, nella vita di ognuno di noi. 

Storie di vita, d’amore, di sport. Mille campionati sognati e disegnati con gli occhi della mente fin nel minimo dettaglio. Giornata dopo giornata, impresa dopo impresa.

In quell’angolo del cuore – dove albergano le fantasie più autentiche e le speranze più ardite – noi abbiamo riscritto i rigori della finale di Coppa. Abbiamo vinto ogni derby, qualcuno sette a zero, molti altri uno a zero al novantesimo. Abbiamo strombazzato per le strade dopo almeno una mezza dozzina di scudetti. Un numero equo, senza esagerare, perché il bello è quando ce la fai contro ogni previsione, quando ti scoppia il cuore perché ciò che avevi chiesto davanti ad una chiesa – vergognandoti di entrare per chiedere proprio quello – improvvisamente diventa realtà.

Quello è il cassetto dei sogni urgenti. Da cui si tirano fuori i desideri da affidare alle stelle il 10 agosto e in cui, nel medesimo periodo, si appoggia l’ennesimo scudetto della prossima stagione. È il cassetto delle emozioni più pure, che non chiedono di passare al vaglio della testa. I bambini lo tengono sempre aperto. E noi tifosi non siamo da meno: lo spalanchiamo prima di una partita importante e a ogni sessione di mercato.

In questi giorni, c’è un gran disordine in quel cassetto. Perché le speranze del campionato in corso si mischiano con i nomi della prossima stagione. Il ragazzino sconosciuto che potrebbe diventare campione da noi, assieme ad una improbabilissima cavalcata finale da annali.

Sono i sogni di chi è a casa. E per riconoscere la domenica, in mezzo a giorni improvvisamente così uguali, vorrebbe solo una partita di calcio. Vorrebbe fare la sciarpata, saltare sul divano, vorrebbe staccare la testa e aprire quel cassetto delle emozioni urgenti per tirare fuori un tre a due, prima di tornare alla realtà. 

Con un pizzico di senso di colpa. Perché oggi, entrando in quella chiesa, prima dello scudetto, chiederebbe di tornare alla normalità. 

FONTE   Valeria Biotti    Corriere dello Sport 

Speaker e giornalista   ReteSport fm 104,200 

Dal lunedì al Venerdì dalle  15 alle 18

img_20190826_0651174757453010973764455.jpg