Serie A, l’idea dei club: concludiamo il campionato, si può fare anche ripartendo il 2 maggio

 – La positività al Covid-19 di Daniele Rugani, che costringe la Juventus (e l’Inter ultima avversaria) alla quarantena non cambia molto, almeno per ora, lo scenario che i club si pongono davanti: l’ipotesi di sospensione in caso di giocatore positivo era già stata presa in considerazione.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole, gioielli ..ecc
 troverai su questa piattaforma  quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

clicca qui

https://virtualstore.letsell.com/home/

wp-15839494127051448030756.png

Acquistando i prodotti di questa piattaforma
al raggiungimento di un importo di € 450,00 annue riceverete in OMAGGIO una Jolie red Lavazza.

wp-1583177754392879638020.png

La volontà condivisa quasi in maniera unanime è quella di portare a termine il campionato, scartando ipotesi di playoff e playout. Il tempo ci sarebbe, con la scadenza necessaria del 30 giugno imposta anche dalla scadenza dei contratti dei giocatori. La Lega di A ha già predisposto due differenti bozze di calendario: la prima, molto ottimistica già prima della notizia di Rugani, fa riprendere il campionato subito dopo venerdì 3 aprile. La seconda si spinge oltre, ma è più realistica: sarebbe possibile concludere la stagione anche ripartendo il mese successivo.

FONTE    LA GAZZETTA DELLO SPORT 

screenshot_2018-07-24-09-42-11_1_1975186116.jpg