Da zona Cesarini a zona Colosseo: l’attitudine nichilista del 95′ a Roma e Lazio pesa l’insicurezza dei collettivi a cui manca un vero leader in campo

Zona Cesarini o Zona Colosseo? Il finale delle romane è “hot”.  Come riporta Enrico Sisti di La Repubblica, Roma e Lazio si tengono alla larga dall’happy end. Una brutta abitudine, con l’Europa che non le aspetterà.

ATTIVITA’ IN VETRINA
si presenta sul mercato con nuovo concetto di marketing, finalizzato alla vendita e/o all’ offerta dei TUOI prodotti o servizi , con una strategia a supporto dei tuoi clienti.
La formula che intendiamo porre in atto è la seguente
:

Attività in Vetrina” è una soluzione con l’obiettivo di fornire un servizio moderno a coloro che vogliono avere presenza e visibilità in rete. Contiamo che per alcune micro imprese e attività commerciali, possa funzionare da chiave d’accesso e volano nel mondo dell’e-commerce.
I PRODOTTI VERRANNO PUBBLICIZZATI CON CANALI SOCIAL, PERSONALIZZATI E MIRATI SUL
PUNTO VENDITA/ATTIVITA’
IL MARKETING PUBBLICITARIO E’ SUI SEGUENTI SOCIAL
BLOG SPORTIVO, PAGINE FACEBOOK , GRUPPI FACEBOOK, PROFILI FACEBOOK , CANALE YOUTUBE
E’ INTERESSANTE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ??

CONTATTI
infoline          347 385 9925
att.vetrina@libero.it

img_20191107_0827584085950223989632570.jpg

Gli altri continuano a pedalare e loro crollano. Perché? C’è un invisibile dettaglio: l’insicurezza dei collettivi a  cui manca un vero leader in campo. Per quei pochi minuti cruciali, Celtic e Borussia sono apparse superiori. Cosa che sicuramente non è. Ma può diventare reale se ci si impegna. Questa presunzione di decidere arbitrariamente quando la partita deve finire, in Europa non te la perdonano. Un pareggio è sempre meglio di una sconfitta. Giovedì sera Roma e Lazio hanno servito alle avversarie la loro debolezza meno quantificabile: il carattere.

UN CORPO MIGLIORE per UNA VITA MIGLIORE
                                           Scopri Vi. Siamo una società che promuove uno stile di vita sano a livello globale, trasformando la vita delle persone. Clicca sul filmato ed avrai una visione d’assieme del programma

CONTATTI :

https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
email virtualstore_2019@libero.it

20190822_111050-1521905635.png

E quando giochi le fasi conclusive paralizzato dalla paura che qualcosa possa andar male, qualcosa andrà male di sicuro. Tutto diventa più rigido. Dal muscoli dei giocatori al viso dei tifosi. In Germania Fazio e Smalling hanno lasciato da solo Thuram nel cuore dell’area, con spazio e tempo sufficienti per colpire di testa. Solo episodi di negligenza difensiva? Potrebbe sembrare. Ma in realtà il guasto parte da molto più lontano e coinvolge le squadre nella loro globalità. le rose, le società, i tecnici e lo spirito dei loro tempi (in campo). La sconfitta all’ultima curva è mentale. Paradossalmente ancor più della Champions, l’Europa League pretende un surplus di energie nervose. Ed è sempre in agguato la sensazione che si tratti di una manifestazione più scomoda che attraente. Le italiane vorrebbero arrivare in finale senza faticare né soffrire.

fonte  Enrico Sisti di La Repubblica

img_20190911_1450025043514579205706814.jpg

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.