Paulo rompe il ghiaccio: “Visto? Mi sono adeguato al calcio italiano” Il tecnico: “Ho apportato dei correttivi tattici con un terzino che spinge meno e uno di più”

La Roma vincente contro il Sassuolo ha due volti: quello del primo tempo in cui si sono viste le idee del tecnico e quello della ripresa in cui la squadra si è lasciata andare forte del largo vantaggio, scrive Gianluca Lengua su Il Messaggero.

per saperne di più cliccare sul link e sull’immagine
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
email      virtualstore_2019@libero.it

https://www.facebook.com/La-pagina-del-benessere-2447479815497921/?view_public_for=2447479815497921

Il rischio è che il calo di concentrazione possa avvenire anche davanti a un avversario più forte, capace di trovare il pareggio e nel peggiore dei casi la vittoria. “Avevo detto che ero io a dovermi adattare al calcio italiano e sto provando a farlo. Ho apportato dei correttivi tattici con un terzino che spinge meno e uno di più. Il campionato italiano ha mostrato in queste prime giornate di essere molto offensivo, di questo passo supererà anche quelli europei” ammette Fonseca.

Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “ NON continuare a leggere,
                                                                     
  IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
Clicca sul filmato ed avrai una visione d’assieme del programma VI.com

20190910_0821472100939394.png

Effettivamente tre reti nell’arco dei 22 minuti iniziali la Roma non le segnava da gennaio 2012 (contro il Cesena): “Certamente abbiamo fatto un eccellente primo tempo e si avvicina a quello che chiedo alla squadra. Esistono margini di crescita importanti. Aver vinto oggi non significa che non possiamo migliorare. Dobbiamo correggere le note negative anche se sono state poche“.

A far esplodere la Curva Sud è stato il primo gol in giallorosso di Mkhitaryan: “Con lui e Dzeko abbiamo pressato bene. Va riconosciuto che non è un’ala pura, negli ultimi anni nasce da dieci anche se ha giocato sulla fascia. Sa smistare la palla e non la perde.

fonte    Gianluca Lengua su Il Messaggero

img_20190826_0732338745038535824276572.jpg