La Roma vince ancora, tris in casa del Lille: Dzeko ispira, Zaniolo, Under e Cristante segnano

per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/

Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “
NON
continuare a leggere,
IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
GRAZIE

20190804_06294222234887.png

I giallorossi vanno in svantaggio nel primo tempo, rimontano e subiscono ancora dopo il giro di cambi, poi la chiude l’ex Atalanta. Difesa da registrare, bene in attacco

img_20190803_2131526297674676229703045.jpg

La Roma viaggia a due velocità e vince con il Lille nel primo match internazionale dell’era Fonseca. Al Pierre Mauroy finisce 2-3, con i giallorossi che passano in svantaggio (Weah al 19’), poi rimontano nella ripresa grazie ai gol di Under e Zaniolo, subiscono il nuovo pari di Araujo e segnano infine il tris grazie a Cristante. Dzeko decisivo in tutte le reti, punto di riferimento imprescindibile dell’attacco.

20190801_0921391347652420.png

INSICUREZZA – Primo match di livello per la Roma in questa pre-season e Fonseca non cambia. Contro il Lille spazio all’ormai solito 4-2-3-1, con Fazio-Jesus al centro e la coppia di mediani inedita formata da Diawara e Cristante. La prima occasione per passare in vantaggio ce l’hanno i giallorossi: Dzeko trova l’inserimento di Zaniolo, ma il centrocampista da buona posizione spara alto. Roma imprecisa nei passaggi e poco sicura dietro, il Lille ne approfitta. Florenzi sbaglia l’appoggio per Dzeko, i francesi recuperano palla, Bamba e Weah dialogano nello stretto lasciando sul posto lo stesso Florenzi e Fazio, e colpiscono con il figlio di George. Al 19’ i padroni di casa sono in vantaggio.

20190801_092237385237931.png

BRIVIDI – La Roma prova a fraseggiare a centrocampo, al 26’ arriva però un altro regalo, stavolta di Cristante, che con un retropassaggio sbagliato innesca il contropiede di Remy, ma l’attaccante francese pecca di egoismo e grazia i giallorossi provando il tiro da fuori, parato da Lopez. Al 39’ ancora uno svarione difensivo della Roma, ma stavolta Jesus ci mette una pezza e il Lille non riesce a colpire con Ikoné. La squadra di Fonseca abbassa il baricentro e non incide in fase di pressing come vorrebbe Fonseca. Al 43’ però si riaffaccia in attacco ancora con Zaniolo (tra i migliori dei suoi), che si libera di un difensore e lascia partire il destro che non impensierisce Maignan. Primo tempo che si chiude in svantaggio di una rete.

UNO-DUE: ROMA AVANTI – Nel secondo tempo entra in campo un’altra Roma. La squadra sembra aver recuperato sicurezza e coraggio e al 50’ segna subito il pari. Lancio in profondità di Diawara che trova Dzeko con il contagiri, il bosniaco serve alla perfezione Under che arrivando da dietro batte Maignan e fa 1-1. Passano dieci minuti e la Roma segna ancora. Dzeko fa da regista, serve Kolarov sulla sinistra, palla dentro per Zaniolo che vince un rimpallo e segna con la porta sguarnita. Uno-due terribile degli uomini di Fonseca, completamente trasformati dopo 45 minuti sottotono.

TRIS E SORRISI – Al 70’ Fonseca cambia tutto (o quasi) e la Roma, che era in controllo, subisce il pari. Il Lille esce bene dal pressing dei giallorossi, Soumaré porta palla a centrocampo e serve Araujo in profondità, che lasciato solo a sinistra trafigge Pau Lopez. Dubbi sulla posizione di partenza del brasiliano, che sembra in fuorigioco al momento del passaggio. Ancora un brivido poco dopo con Remy che da solo manca l’appuntamento con il pallone dopo un bel cross da sinistra. Negli ultimi minuti la Roma torna avanti, stavolta con Cristante che batte il portiere con un bel sinistro, ispirato ancora da Edin Dzeko, autore di una partita da ricordare. Settima vittoria su sette per Fonseca, che può sorridere. Appuntamento a mercoledì, quando i giallorossi torneranno a Perugia per sfidare il Bilbao.

 

20190211_2231001721209504.png