La pancia del tifoso “Gonzalo, l’uomo che ha sfidato la Juventus”

img_20190516_1628317854951934372588045.jpg

Gonzalo ha ereditato il soprannome dalla famiglia. Non è Pipita in quanto “scaltro, furbo”. Ma perché figlio di Jorge “El Pipa” Higuaín, calciatore più famoso per il grande naso che per la brillante carriera.
In effetti, tutto sembra tranne che scaltro, Higua Jr, in questi giorni. Così affannato a sfidare una Juventus che non lo vuole, così determinato a mettere in crisi l’inossidabile colosso bianconero. Poco furbo, tra le dovute virgolette, ma decisamente sfrontato. Ammirevole, nel suo disperato coraggio.
Detronizzato, privato del numero 9, abbassa la testa, scatta, converge. La rialza orgoglioso; trovando la porta esattamente dove la ricordava, la fulmina con lo sguardo, poi la trafigge col pallone.
Non è su un’isola fighetta ad abbronzarsi e piangersi addosso. Non con un cocktail in mano a fare il sostenuto. Ha infilato una maglia a casaccio; e chi lo ha fotografato da dietro gli ha fatto sapere che c’è scritto sopra “21”.
In un’epica storia di sport, Higuaín dovrebbe vedere scendere quella cifra sulle spalle, a perdifiato, ad ogni gol segnato. 20. 19. 18. Doppietta: 16. Tripletta: 13. Dalla prima all’ultima amichevole, in una rocambolesca corsa contro il tempo, alla prima di campionato il conto alla rovescia dovrebbe consegnargli la 9 bianconera.
Ma, si sa, c’è poco spazio per il romanticismo, in certe piazze. Ancor meno per una buona storia, per un suggestivo fuori programma. Figuriamoci per un fuor di bilancio.
Mi piace questo Higuaín disperato e forte. Questo giocatore che scommette tutto se stesso in un fallimento annunciato. Ecco perché lo sogno con i nostri colori addosso: perché ora è pronto. E’ pronto a combattere. Contro tutto e tutti. Pronto a sfidare i presagi, le battaglie che sembrano dagli esiti già scritti. E’ pronto a guadagnarsi l’amore di una tifoseria poetica e generosa.
Così, per me, El Pipita in giallorosso non sarebbe “lo scarto della Juventus”. Ma l’uomo che, solo, l’ha sfidata. Con onore.

FONTE    Valeria Biotti      Corriere dello Sport del  30.07.2019

Speaker  Rete Sport  fm  104.200

dal Lunedì al Sabato  ore 18-20

img_20190626_1453568365629175212493500.jpg