E Cristante ora si scopre il saggio del centrocampo

20190709_0929161067935953.png

 – In un centrocampo fatto di giovani e giovanissimi, Cristante paradossalmente è il «vecchio» del reparto giallorosso.

img_20190711_0807563495591484270985450.jpg

Ed esserlo a soli 24 anni può fare effetto, perché poi si tratta anche di prendere per mano gli altri ed aiutarli a crescere, in un percorso comune. Già, gli altri, tutti più giovani di lui, ad iniziare da Lorenzo Pellegrini, il «capitano» designato per il futuro che di anni ne ha 23, per poi arrivare al nuovo arrivato Diawara (21) ed al jolly Zaniolo (20), che poi bisognerà vedere se resterà davvero nella Roma. In comune con gli altri (soprattutto con Pellegrini e Zaniolo), Cristante ha la grande duttilità e la capacità di sapersi rendere utile in due ruoli: mediano davanti alla difesa e trequartista centrale, alle spalle del centravanti. Facile però che tra i due ruoli, anche quest’anno quello che lo veda maggiormente protagonista sia a centrocampo, davanti alla difesa, come uno dei due del 4-2-3-1.

fonte     GAZZETTA DELLO SPORT 

IMG_20190125_102000.jpg