Corsa, dribbling e fisicità: da Foligno al tetto d’Italia, ecco Spinazzola, il nuovo terzino della Roma

20190606_1114211093593819.png

Arriva in giallorosso per 25 milioni di euro. Ha girato i campi di provincia, prima di trovare la sua dimensione con l’Atalanta di Gasperini. Ritrova gli amici Pellegrini e Cristante

Due giorni da direttore sportivo, due colpi in entrata che fanno già discutere. Gianluca Petrachi, dopo aver preso Diawara dal Napoli, porta nella capitale anche Leonardo Spinazzola. Colpo da 25 milioni (il cartellino di Luca Pellegrini più 10 milioni di conguaglio) per regalare a Fonseca un nuovo terzino sinistro. Spinazzola, 26 anni, guadagnerà nella capitale 3 milioni di euro netti.

20190626_1046081585313830.png

DALLA PROVINCIA AL TETTO D’ITALIA – La Roma fa la conoscenza di Spinazzola per la prima volta nel 2012. Era la finale del torneo di Viareggio e la Juventus batteva proprio i giallorossi per 2-1, con Leonardo che veniva nominato MVP della competizione. Lui, di Foligno, ma cresciuto nelle giovanili del Siena, è indicato da tutti come stella del futuro. Prima di riuscire a esordire con i bianconeri cambierà però altre 5 squadre: Empoli, Virtus Lanciano, Vicenza, Perugia e Atalanta. Un viaggio lungo, nel quale a Torino non l’hanno mai perso di vista. L’esplosione arriva con Gasperini, che lo trasforma definitivamente in un terzino moderno. Propensione offensiva e dribbling, due qualità che faranno piacere a Fonseca. Dopo gli anni all’Atalanta il ritorno alla Juve è una formalità, anche se non mancano le polemiche. I bergamaschi si mettono di traverso e pretendono che il giocatore rispetti il contratto, restando fino alla fine del prestito. Il richiamo della Vecchia Signora però è troppo forte e ha la meglio. Qui vincerà il suo primo scudetto, in questa stagione, giocando però solo 10 partite in campionato. Colpa degli infortuni, che lo tormentano a più riprese da due stagioni. Un problema sul quale mettere la lente d’ingrandimento.

QUALITA’ – Spinazzola porta alla Roma corsa, fisicità (alto 184 cm) e duttilità. Si è specializzato come terzino sinistro, ma può giocare anche sulla corsia opposta. Nella scorsa stagione – riporta OptaPaolo – ha tentanto 4.2 dribbling ogni 90 minuti, un record per i bianconeri in tutte le competizioni. Coraggio quindi, ma anche tecnica e fisico. La sua stagione alla Juventus è stata sfortunata. Ma nella miglior partita dell’anno, quella del 3-0 contro l’Atletico Madrid allo Stadium, è stato il migliore in campo, dimostrando a tutti che ad alti livelli può dire la sua. Dovrà crescere nei cross, sperando che il fisico gli permetterà di lavorare con continuità.

VITA PRIVATA – Spinazzola è sposato con la bella Miriam, con cui ha un figlio, il piccolo Mattia. Nella vita privata tutti lo raccontano come padre e marito modello, un uomo di casa insomma. A Roma ritroverà gli amici Cristante, con cui ha giocato a Bergamo, e Pellegrini (Lorenzo, ovviamente). Con il numero 7 giallorosso il rapporto è anche extra-campo. I due, qualche tempo fa, hanno condiviso le foto della vacanza alle Maldive organizzata insieme alle rispettive compagne (c’erano anche Belotti e signora). Ha due sorelle più grandi: Valentina e Elisabetta.

img_20190629_0947261932046547921615893.jpg

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.