Roma, Nzonzi è un caso: il francese assente ingiustificato. E il Lione spinge

20190626_1046081585313830.png

Il centrocampista non si è presentato alle visite mediche, mentre l’OL ha chiesto informazioni: l’avventura giallorossa del campione del mondo si avvia mestamente al termine, ma cederlo non sarà così semplice

Altro giro, altro rebus. Neanche il tempo di cominciare la preparazione estiva che la Roma deve fare già i conti con il primo vero caso della nuova stagione. Steven Nzonzi non si è presentato alle visite mediche che ieri erano in programma per tutta la rosa giallorossa, ad eccezione di Diego Perotti che ha svolto i test d’idoneità fisica questa mattina. Il centrocampista francese è sparito e per lui, verosimilmente, è in arrivo una multa da parte della società. Dietro il comportamento del giocatore – costato alla Roma di Monchi 30 milioni di euro e arrivato a Trigoria con i crismi del campione del mondo – ci sono ragioni di mercato. Il Lione sembra interessato al classe ’88 prelevato un anno fa dal Siviglia, i giallorossi sono pronti a cederlo senza remore, viste le 39 presenze stagionali decisamente poco esaltanti. Nella Roma Nzonzi non si è mai inserito, la sua avventura a Trigoria si avvia mestamente al termine, anche se con tanto di giallo per la sua assenza ingiustificata. Il Lione è alla finestra, ha chiesto il giocatore ma a questo punto il problema starà nel costo del cartellino. Dopo una stagione così, Nzonzi si è naturalmente svalutato rispetto all’investimento dello scorso anno, ma la Roma non può assolutamente permettersi di scendere sotto i 25 milioni per la cessione, altrimenti sarebbe minusvalenza. Difficile sperare in una cifra del genere, per questo potrebbe non essere così remota l’ipotesi di un prestito.

img_20190626_1143421047456135271137073.jpg