Pastore ritrovato: “Grazie Ranieri”. Il tecnico su Conte: “Felice se viene”

Il Flaco: “Il mister ha chiesto cose basilari, ossia provare a non prendere gol e a giocare. Questo ci ha aiutato tanto per l’autostima”

II protagonista della vittoria contro il Cagliari ha la faccetta felice e le spalle più leggere, scrive Francesca Ferrazza su La Repubblica. E’, inaspettatamente, Javier Pastore — schierato a sorpresa da Ranieri — l’uomo-volata di una corsa Champions destinata ad arrivare all’ultimo secondo di questo tormentato campionato. “Ho avuto la sfortuna di farmi male subito, a inizio campionato, poi l’allenatore che c’era prima non mi ha preso più in considerazione, non ero un’opzione per lui. Ora ho ritrovato fiducia grazie a Ranieri, che ha capito la situazione in cui ci trovavamo: ha chiesto cose basilari, ossia provare a non prendere gol e a giocare. Questo ci ha aiutato tanto per l’autostima”.

Tra i goleador della squadra restano due difensori: Fazio, alla quinta rete, e Kolarov, all’ottava. Soddisfatto Claudio Ranieri: “Abbiamo fatto bene, ma non faccio nessuna tabella Champions. I ragazzi stanno riprendendo consapevolezza, Pastore ha una qualità infinita. Credo che quest’anno il problema sia stato che sono andati via giocatori importanti. E c’è stato disappunto, con i vecchi che non hanno aiutato i nuovi arrivati, perché pensavano a quelli che non c’erano più. Ora stanno ritrovandosi”. Peccato, però, che manchino solamente quattro partite alla fine, con un risveglio decisamente tardivo.

Ranieri, poi, spiazza tutti sulla questione Conte. “Certo che lo vorrei alla Roma. Se arriverà, sarò il primo ad essere felice. Tanto di cappello, lo vado anche a prendere all’aeroporto”.

FONTE    F. FERRAZZA 

screenshot_2018-07-01-21-51-37_1-1350011785.jpg