Ranieri: «Grazie a tutti, ma questa squadra prende troppi gol»

20190307_131114496889593.png

– Tutti stretti attorno alla bandiera giallorossa, nel segno di Claudio Ranieri, al debutto sulla panchina della Roma: una notte di sofferenza, una notte da uomini veri. Come voleva il tecnico. Una reazione proporzionale alla difficoltà del momento (…): «Un grande grazie ai tifosi, che ci sono stati vicini – dice il tecnico -. (…).Faccio i complimenti alla squadra, perché anche in 10 non abbiamo mai dato l’opportunità di far gol. (…)».E Ranieri ha vinto 2-1 al debutto con la Roma con lo stesso risultato del precedente esordio del settembre 2010 contro il Siena.

20190311_150041160052950.jpg

Sempre in piedi, più vicino possibile ai suoi giocatori in una partita segnata ancora da errori in fase difensiva: «Avevo detto ai ragazzi che di gol ne avevano presi troppi da palla in uscita. La cosa migliore è il risultato, dobbiamo lavorare molto. (…).Noi il gol primo o poi lo facciamo, ma non possiamo prenderne così tanti». E nella serata del riscatto c’è stata una redenzione anche per i più discontinui, Patrik Schick in primis: «È un giocatore che ha tutto, è completo, e io gli ho detto: “Se mi fai vedere il carattere che hai messo a Oporto quando sei entrato, sei dei miei…”. (…).Zaniolo? Ha avuto un polpaccio indurito, non dovrebbe essere nulla di grave. Mi chiedete della Var? Sono super favorevole, può aiutare l’arbitro». E sotto l’altra metà del cielo, Beppe Iachini, tecnico dell’Empoli, lascia scorrere parole amare nel dopo gara: «Nei 95’ giocati la mia squadra meritava di più, (…).Il braccio di Oberlin? Era attaccato al corpo, ecco perché c’è rammarico, se fosse accaduto a parti invertite…(…)».

FONTE    LA GAZZETTA DELLO SPORT

screenshot_2018-09-21-12-27-03_1942913824.jpg