‘RADIO PENSIERI’, DI GIOVAMBATTISTA: “Se la Roma è questa prepariamoci alla debacle portoghese”

IMG_20190303_150157.jpg

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

IMG_20190303_150133.jpg

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma nelle partite importanti riesce a tirar fuori le giuste motivazioni, ed invece stavolta nel derby ha continuato il trand espresso contro Bologna e Frosinone, due partite dove non meritava di vincere. Se la Roma è questa prepariamoci alla debacle portoghese. Cambiano sempre allenatori e direttori sportivi ma la storia resta sempre la stessa, fossi in Pallotta comincerei a pensare al futuro pure di chi li sceglie a partire da Baldini e Baldissoni. De Rossi a fine partita è stata una persona seria facendo i complimenti alla Lazio”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma vista nel derby non è una novità, troppe volte quest’anno ha giocato così male. L’assenza di Manolas e la precarietà fisica di De Rossi compromettono tutto. A Correa è stato lasciato fare tutto quello che voleva. E’ stato bravo Inzaghi ma ci si è messo anche Di Francesco con i suoi errori. La Roma ha giocato con la Lazio come col Bologna, manca la cattiveria agonistica. Sono crollate tutte le certezze che dava questo sistema di gioco. Nzonzi non da garanzie per questo tipo di partite, serve De Rossi così come sta. La squadra deve avere un altro atteggiamento.. A Porto mi metterei con un pullman davanti alla difesa chiedendo alle due mezz’ali di lavorare molto di più senza lasciare da solo De Rossi ”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma è ingannevole, mi aspettavo una partita opposta. La vittoria della Lazio toglie le romane dal quarto posto. Le sensazioni per la Champions sono brutte, l’unica cosa che mi fa sperare è la capacità di Eusebio di uscire dalle situazioni difficili. Bisogna tornare ad usare Zaniolo trequartista”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Il derby ha portato alla luce tutti i difetti della Roma. Squadra senza difesa e senza cattiveria agonistica. Tutti dicono che però la Roma gioca bene in Champions ma senza ricordare che ha perso 3 partite. Contro il Porto farei un 4-2-3-1 con Karsdorp terzino, Florenzi alto e Zaniolo a centrocampo. Anche loro sono una squadra depressa dopo la sconfitta con il Benfica”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Lazio, tra le prime sei del campionato, è quella che gioca meglio di tutte. La Roma è fragile ed ha lasciato il terreno fertile alla squadra di Inzaghi. Quando l’avversario mette intensità la Roma va a picco. De Rossi non può fare tutto da solo, i compagni di reparto dovrebbero aiutarlo molto di più”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La mossa decisiva del derby è stata da parte di Inzaghi azzeccando la formazione iniziale. La Roma? Si critica Di Francesco, ma lui poverino chi poteva mettere? C’è un’aspettativa esagerata su Zaniolo che ha condizionato l’ambiente. La Roma è arrivata spenta al derby”.

IMG_20190122_100153.jpg