Padova, muore nel sonno giavellottista di soli 16 anni

Photo_1548226867735.png

Dramma nel mondo dell’atletica giovanile: è morto, a 16 anni, David Cittarella, giavellottista del settore giovanile delle Fiamme Oro Padova. A trovare il giovane senza vita nella sua camera da letto è stato il padre, preoccupato perché in ritardo per andare a scuola, l’Istituto Tecnico Marconi, indirizzo Trasporti e Logistica, della città veneta. Secondo il medico legale si è trattato di un decesso naturale ed è stata disposta l’autopsia per accertare le cause della morte. Quasi un anno fa, il 4 marzo 2018, nel sonno morì Davide Astori, capitano della Fiorentina.

IMG_20190206_215443.jpg

La carriera

«Sempre partecipe a ogni allenamento – si legge in una nota delle Fiamme Oro – David era tra i primi a rispondere “Presente!» quando c’era da dare una mano nell’organizzazione degli eventi del gruppo sportivo. Si allenava con noi da quando aveva 10 anni e con noi era cresciuto, prima da esordiente, poi da ragazzo e cadetto ed ora da allievo».

Il ragazzo, da circa tre stagioni seguito dalla 33enne Silvia Carli, a sua volta ex giavellottista, con l’attrezzo da 800 grammi vantava un personale di 38.74 ottenuto lo scorso anno a Treviso. Con la maglia del Veneto, aveva anche partecipato ai campionati italiani cadetti, mentre nell’ultima finale dei Societari allievi a Cinisello Balsamo, per dare una mano alla squadra, aveva lanciato il martello.

Il ricordo

«Schivo e riservato – recita il comunicato – quando c’era da tifare per i compagni si trasformava, urlando a squarcia gola e incitandoli uno a uno. La squadra innanzitutto, il gruppo prima di ogni cosa. Ora lo piangono i compagni, gli allenatori, i dirigenti delle Fiamme Oro, i genitori e la sorella Egle».

David Cittarella, 16 anni, atleta del settore giovanile delle Fiamme Oro. Foto Eduard Ardelean