Bufera su Le Iene per il servizio sulla madre di Zaniolo. “Vergognatevi”

Photo_1548226867735.png

“In pratica avete voluto far passare la mamma di Zaniolo per una poco di buono. Poi, mi raccomando, facciamo i servizi sul bullismo e sul rispetto delle donne”. Sotto il post del servizio delle Iene, i commenti hanno più meno tutti lo stesso tono: biasimo per il programma e applauso al giovane calciatore della Roma.

Oggetto delle polemiche, un video in cui madre e figlio sono stati intercettati in macchina e, di fronte al 19enne imbarazzato e irritato, sono state poste alla donna domande con espliciti riferimenti sessuali.

IMG_20190206_215443.jpg

Francesca Costa, madre del giocatore, è molto attiva sui social e di lei nell’ultimo periodo spesso si parla per la sua avvenenza fisica. Il servizio parte col sorriso, ma quando il giornalista diventa più insistente, Zaniolo si scalda: “Non volevo fare quest’intervista. Preferisco che si parli di me in campo”.

IMG_20190219_100947.jpg

I toni e l’intento del filmato delle Iene non sono stati apprezzati dagli utenti, che hanno attaccato il programma in numerosi commenti. “Sono rimasto deluso dal programma che ha sempre trasmesso servizi significativi. Questo è lo schifo dello schifo. Non sono riuscito a vederlo tutto quando l’imbarazzo della circostanza è giunto anche a me! Orrendo”, scrive qualcuno sulla loro pagina social.

Applauso unanime al comportamento di Zaniolo, definito da molti “un vero signore”. Le stesse parole non sono state riservate da tutti gli utenti alla donna, che ha deciso di rispondere in prima persona nei commenti alla pagina Facebook:

“L’educazione a Nicolò l’abbiamo impartita io e mio marito. Se lui è questo, è il riflesso di quello che gli ho sempre insegnato. So che non dovrei giustificarmi, so che si parla mossi da mille cause e mi spiace che vi facciate dei problemi sulla mia condotta di vita più o meno conforme a quelle che sono le vostre idee, ma per fortuna mio figlio è un ragazzo d’oro ma è mio figlio e se è così, ripeto, qualcosa sarà anche dovuto a me. Voi che giudicate da delle foto e da un servizio televisivo cercate di costruirvi piuttosto un qualcosa del quale essere orgogliosi, anche solo una falangetta di quanto lo sia io dei miei figli”