Zaniolo merita la maglia numero 10? Perché sì, perché no –

photo_1548582260017848294233.png

I tifosi l’hanno già incoronato, ma l’eredità di Totti è sacra. E’ davvero lui l’uomo che farà partire una nuova dinastia romanista?

Chi lo dice che bisogna aspettare anni per ritrovare l’amore? Nessuno cancellerà Francesco Totti, unico e irripetibile. Ma oggi Zaniolo è l’unico che può aspirare a un sogno così grande. E dargli la sacra numero 10 può convincerlo a restare, forse per sempre.

IMG_20190209_210607.jpg

PERCHÈ SI
Anticipiamo ogni tipo di giustificato borbottio: Francesco Totti era e sarà sempre unico. E non sarà un numero su una maglia a distinguerlo dal resto del mondo, sarà quel cognome di cinque lettere scritto in giallo ocra su sfondo rosso. I numeri, infatti, non identificano le persone. Lo hanno fatto in tempi bui e nemmeno vogliamo parlarne. Però, nel calcio, identificano un ruolo, un’aspirazione. E i giovani hanno bisogno di aspirare a qualcosa di grande, di sognare e di sentirsi una responsabilità per maturare ancora di più. Non tutti però possono ambire alla Sacra Armatura come hanno dimostrato gli sventurati che hanno ereditato nel Napoli la 10 di Maradona: Pizzi, Beto, Bellucci e il Pampa Sosa. Nicolò Zaniolo sì. Solo Totti, infatti, accendeva gli stessi entusiasmi a soli 19 anni. Protezione della palla, senso del gol, corsa, tecnica e faccia tosta ma pulita. Nicolò ha tutto per diventare un grandissimo. E questo rappresenta anche motivo di paura perché negli ultimi anni i campioni sono partiti da Roma con estrema facilità: Alisson, Salah e Marquinhos solo per citarne alcuni. Nicolò può diventare qualcosa di ancora più grande, e il rischio di perderlo aumenta. Oltre ai soldi, quindi, gli va offerto qualcosa che gli altri non possono dare: la possibilità di ereditare l’unicità. Dare la 10 a Zaniolo (e non a Gerson), insomma, non rappresenta lesa maestà. Anzi è un atto d’amore. Perché innamorarsi ancora si può, anche dopo che si ha il cuore spezzato. E chi lo dice che bisogna aspettare anni prima di farlo?

FONTE     Francesco Balzani

20190211_2228411249067256.png