Karsdorp 71: la Roma ha un nuovo regista di fascia. E fa meglio di Kolarov e Nzonzi

20190209_1110431553655263.png

Il terzino olandese ha giocato 71 palloni contro il Chievo, solo sei in meno rispetto a Kolarov. Ma con 59 passaggi riusciti è il migliore di tutta la partita

IMG_20190208_084757.jpg

Mai come nel caso di Rick Karsdorp per valutarne la crescita servono i numeri. Se non altro perché fino alla partita con l’Entella in Coppa Italia i romanisti l’avevano visto in campo solo per 180′. Da quel giorno è partito titolare cinque volte su sei, saltando solamente la débâcle contro la Fiorentina. In totale sono più di 400 minuti: questo perché Di Francesco dopo averlo tenuto in quarantena per farlo adattare alla Serie A, adesso fa fatica a rinunciarvi. E il motivo è chiaro: con l’ex Feyenoord in campo, l’attacco della Roma viaggia su due binari. Non solo a sinistra con Kolarov, ma ora anche dalla parte opposta. E non è un caso che contro il Chievo i due giocatori più stimolati siano stati proprio i due terzini, molto più di Nzonzi e dei due centrali di difesa.

screenshot_2018-09-23-08-27-43_1-1792291248.jpg