Inter-Napoli, morto tifoso investito negli scontri. Si valuta sospensione del campionato



L’uomo aveva 35 anni. Era ricoverato in gravi condizioni all’ospedale San Carlo. Il Questore di Milano chiede la curva chiusa fino al 31 marzo e niente trasferte per i tifosi dell’Inter

Non ce l’ha fatta il tifoso interista che era rimasto ferito ieri sera, durante gli scontri avvenuti prima della partita tra Inter e Napoli. L’uomo, un 35enne, è stato investito da un van di tifosi napoletani, bloccati da un gruppo di nerazzurri intenzionati a colpire con mazze e catene. Trasportato all’ospedale San Carlo in gravi condizioni, ha superato la notte ma si è spento questa mattina.

Il presidente della Ficg Gravinaragiona adesso sulla sospensione del campionato: “Non lo so, ancora la notizia è troppo fresca. E’ una riflessione da fare. Ora dobbiamo riflettere un attimo e coordinarci: qui c’è un problema di ordine pubblico e come tale va gestito, anche il fatto di giocare o meno” le sue parole riportate da Il Messaggero. Il Questore di Milano Cardona annuncia: “Chiederò il divieto di trasferta ai tifosi nerazzurri e la chiusura della curva fino a fine marzo”.