Di Francesco: “Prigionieri delle paure”

Non era questa la partita da vincere assolutamente. Per il tecnico decisive Sassuolo e Parma

Non sono queste le partite che la Roma deve vincere. Una frase che può far storcere il naso, ma in questo momento il divario con la Juventus è palese. Anche sul terreno di gioco, soprattutto nel primo tempo, la differenza tra le due squadre è stata evidente ed è grazie a una grande prestazione di Olsen che il punteggio non ha assunto dimensioni zemaniane. C’è da lavorare, ma soprattutto da ricostruire, magari, come scrive Tuttosport, ripartendo dai segnali positivi del secondo tempo e dalla ricerca di un’identità smarrita da settimane. Anche le parole di Di Francesco, lasciano trasparire le inquietudini dei suoi: “La squadra viveva le paure delle partite precedenti ele poche sicurezze, nel secondo tempo si è lasciata andare e ha vinto più duelli“. Gli scossoni per il momento sono rimandati dunque, con le gare contro Sassuolo e Parma che risulteranno decisive. Durante la sosta, a mente fredda, Pallotta, Monchi e Baldissoni prenderanno una decisione.

fb_img_1540137877077-1699039905.jpg