QUANDO….QUANDO…QUANDO

QUANDO….QUANDO…QUANDO

Quando mi sporgo dal balcone, quando penso a un amore, quando un racconto mi sfugge dalle dita, quando una storia da inventare mi strozza il respiro. Quando immagino di perdere Gatto, quando mi rendo conto di non sentire più un’amica, quando vedo la mia vita dibattersi, quando mi offrono un nuovo lavoro. Quando me la cavo da sola, quando mi scopro diversa, quando sono più dura, quando sono triste e non voglio darlo a vedere. Quando mi penso madre. Quando strozzerei chiunque emetta un rumore. Quando alzo la testa e so che tutto è da fare, quando scendo dall’aereo, quando guardo il deserto. Quando avverto che tutto deve ancora accadere. Quando perdo l’occasione, quando spengo la luce, quando provo a dormire e non ho un cazzo di sonno. Quando rivedo il fuoco che circonda la casa, quando non capisco che diamine io stia facendo. Quando leggo la menzogna negli occhi di chi mi parla. Quando sbaglio, distratta. Quando taccio ed è meglio, sapendo che è giusto. Quando guardo mio padre, quando sono arrabbiata, quando chi non conosco mi fa i complimenti. Quando alzo la testa, mi lancio, ci provo. Quando mi chiedo chi diamine sarò tra 6 mesi. Quando scrivo, rileggo e mi sento felice.
Quando c’è tutto questo, o quando mi manca, mi gira la testa ma lo faccio lo stesso.

Valeria Biotti