DiFra in salita: la Roma sceglie il “perdono”, i tifosi invece no

 

postermaker-15446230167601509296167.png

Il tecnico si gioca tutto col Genoa, ma stop al ritiro e Olimpico rovente. Vertice negli Usa

Nel weekend si prevede pioggia e temperature basse, ma all’Olimpico il clima sarà bollente. I tifosi hanno in serbo una contestazione come non se ne vedono da anni e Di Francesco si giocherà la panchina, con Pallotta che ha perso la pazienza. A scatenare ulteriormente i tifosi è stato il ritiro annullato. La società voleva dare un segnale al tifo, ma forse, scrive La Gazzetta dello Sport, preso atto della decisione di annullarlo quasi subito sarebbe stato meglio non esasperare gli animi.

Se la Roma non dovesse vincere domenica il tema di cui si discuterà a Boston sarà la scelta del nuovo allenatore. Lista lunga, da Paulo Sousa a Blanc, da Montella a Donadoni, a Jardim, fino ad arrivare addirittura a Lippi e Capello. Una cosa è certa: chiunque fosse interessato, avrebbe un contratto da 18 mesi, cioè 6 mesi sicuri più 12 rinnovabili in caso di qualificazione in Champions. Proprio come era proposto a Spalletti in occasione del suo ritorno

FONTE    GDS

screenshot_2018-11-28-07-23-01_1-193061917.jpg