Quando al Var mettiamo Don Abbondio

Di Var si può morire ma si può anche rinascere. Chiedere alla Roma, frenata da Rocchi che non ha visto un rigore chiaro, senza consultare il monitor che invece ha ribadito un fallo di mano di Brozovic e ha permesso alla stessa Roma di tornare in partita con Kolarov.

Come riporta Tony Damascelli su “Il Giornale”, vista una Roma più che dignitosa, intravisto, finalmente, Schick, enorme Florenzi, mentre l’Inter, come detto, si è limitata ad amministrare e quando ha inserito Lautaro Martinez, Vecino e Politano ha dimostrato di giocare con le figurine più che con il gioco. Risultato infine giusto, a parte la topica di Rocchi e della sua orchestra. Ormai la Var room è una commedia buffa, abitata da don Abbondio senza coraggio, sta bene a Nicchi e a Rizzoli non sta bene a chi ama il calcio