Totti va in gol anche davanti alla cinepresa: l’autobiografia può diventare un film

In progetto la possibilità di una serie tv con puntate affidate a più registi. La parte più difficile è la scelta dell’attore: chi può interpretare il Capitano?

Il casting forse si aprirà a breve, e la domanda è una: chi potrebbe interpretare Francesco Totti davanti alla macchina da presa? Dopo il successo di “Un Capitano”, è nata l’idea di un film, o addirittura di una serie tv. Il progetto sta prendendo piede in questo periodo e la scelta del volto che interpreterà Totti appare davvero difficile. Un film tradizionale – che oscilli cioè tra i 90 e i 120 minuti – forse farebbe fatica a contenere l’emozioni di quarant’anni di vita e nello stesso tempo assicurarsi successo al botteghino. Una serie tv, invece, potrebbe avere uno svolgimento più analitico, ed è per questo che il «sogno» degli autori vorrebbe che ogni puntata fosse affidata ad un regista diverso. Da Carlo Verdone a Paolo Genovese fino ad ad arrivare a Paolo Sorrentino, ognuno sceglierebbe una parte della biografia di Totti più incline al proprio registro stilistico, scrive Cecchini su La Gazzetta dello Sport.

Il primo passo è quello di scrivere una sceneggiatura che convinca i produttori. Alcuni sono già stati contattati, ed è innegabile il fascino che l’ex capitano possa produrre miracoli. Poi però ci sono i conti da fare, le decisioni da prendere e i budget da definire. Ma occhio allo straordinario paradosso possibile: immaginate se il calciatore che non è mai riuscito a vincere il Pallone d’oro si aggiudicasse l’Oscar?

FONTE  M. CECCHINI