Totti premiato col Real. Rafinha rivela: “Vado da Monchi”. E Schick cresce

Il profilo del giocatore del Barcellona potrebbe fare al caso della Roma e le nuove regole gli permetterebbero di giocare in Champions con un’altra squadra

Una confidenza tra amici fa scattare il campanello del calciomercato: “Vado da Monchi”, è il virgolettato che il portale spagnolo Diario Gol ha attribuito a Rafinha. Nessun riscontro da Trigoria, anche se il profilo del giocatore potrebbe fare al caso della Roma: a 25 anni il centrocampista che ha appena ritrovato la nazionale brasiliana sta trovando poco spazio a Barcellona, appena 304 i minuti accumulati in questa stagione, e potrebbe partire a gennaio in cerca di fortuna, come aveva fatto l’anno scorso trasferendosi a Milano, sponda Inter. La Serie A, si legge su Il Tempo, potrebbe essere di nuovo nel suo destino e le nuove regole gli permetterebbero di giocare in Champions con un’altra squadra dopo aver fatto due apparizioni europee con la maglia blaugrana, compresa la sfida da ex con i nerazzurri.

La Roma, intanto, pensa al futuro che ha in casa: Schick è un patrimonio da valorizzare e dopo essersi sbloccato contro la Sampdoria ha continuato a mandare buoni segnali dalla nazionale, anche dal punto di vista fisico dopo i crampi accusati nell’ultima partita. Titolare in Polonia-Repubblica Ceca,nei 77 minuti in cui è stato in campo ha propiziato il gol vittoria: ha segnato Jankto sulla respinta di Skorupski al tiro dell’attaccante giallorosso, bravo a resistere alla pressione di Kalas e a calciare pure se in equilibrio precario. Prima di dare il via alla supersfida di Champions Roma-Real di martedì 27, il club celebrerà Totti come 28° membro della sua Hall of Fame, con tanto di maglia sartoriale commemorativa: appuntamento alle 20 per “un altro passo nella storia di Francesco e di tutti noi“.