Il mio incedibile Kostas – di Valeria Biotti


screenshot_2018-10-20-09-14-15_1-1758703961.jpg

L’ultima volta che ho comprato una Maglia GialloRossa, facendoci stampare sopra un nome che non fosse quello di Francesco Totti, è stato tanto tempo fa. Stagione 2008-2009, maglia nera con sponsor Wind. Sulle spalle, Mirko Vucinic.

In allenamento faceva cose da pallone d’oro, in campo altalenava tra genio e indolenza. L’epilogo è tristemente noto: decide di indossare la maglia a strisce. 

Osservo con malinconia il suo ingresso in campo in uno di quei tornei estivi a cui la Roma non veniva invitata mai. Entra. Scatta in area. Si butta senza essere stato manco guardato dal difensore avversario. Segna il rigore. Esulta. Tutto nel giro di un minuto. 

La fine di un amore. Cuore spezzato e la promessa di non indossare più alcuna Maglia se non quella del Capitano.

Negli ultimi tempi, però, c’è qualcuno che mi ha fatto vacillare. Un giocatore che amo per la sua semplicità e per il suo pessimo carattere: Kostas Manolas. Litiga con avversari e compagni, quando si fa male piange come un bambino. Se gli chiedi il posto più bello di Roma ti risponde “casa sua”, il luogo più affascinante del mondo “la sua isola”, il suo mito “suo zio”. Eppure, in campo non guarda in faccia a nessuno, è una certezza, veloce, rognoso, con un gran senso della posizione: irrinunciabile, incedibile.

Incedibile. E’ questa la parola con la quale cerco di convincermi a fare il grande salto. Posso farcela. Posso entrare in un Roma Store e, con voce stentorea, dichiarare con orgoglio, a volume anche leggermente eccessivo, perché tutti notino la prova di coraggio: “Salve, vorrei la maglia di Kostas Manolas”.Incedibile. Resta, Kostas, resta. Pare che nel rinnovo del contratto non voglia neanche inserire la clausola. E’ GialloRosso, Kostas. Uno dei pochi. Come Radja. Forse anche Strootman… Come Radja… forse anche Strootman.

Incedibile. Dai, Kostas sì che è incedibile. Se non è incedibile Manolas… E’ “l’uomo Champions”!

Sono davanti alla vetrina del Roma Store. Ora entro, eh, ora entro.
E’ che ripenso a quella maglia di Vucinic. Nera, bellissima. Dopo quell’estate maledetta, indossandola allo stadio mi faceva un po’ difetto. E sentivo anche degli sguardi un po’ scettici addosso. Magari ero io, eh. Ma in palestra non era meglio: avvertivo una sottile ironia bipartisan. Triste o critica dai tanti della Roma, di routine da quelli della Lazio.
Così, la splendida divisa nera della Wind è stata derubricata a “pigiama”. Non so bene se il mio fidanzato del tempo me la sfilasse così rapidamente per non indugiare in ricordi dolorosi o perché una Maglia della Roma esalta comunque in sé gli istinti più passionali. Resta il fatto che ora giace sul fondo di qualche cassetto. Ma la sento, c’è, come un monito: “Ricorda Vucinic. Ricorda!”.

Sono davanti al Roma Store. E non sono ancora entrata. C’è anche un briciolo di scaramanzia, probabilmente. “Incedibile”. Ogni volta che ho pensato che un giocatore fosse incedibile, ogni volta che mi sono permessa di amarlo, ultimamente sono rimasta un po’ scottata. E non ho bisogno di un altro pigiama GialloRosso. Voglio una Maglia. Perché se indossi il nome di un giocatore sulle spalle, quando fa qualcosa di buono è anche un po’ come se lo facessi tu. Ti guardi intorno, allo stadio, e incrociando gli occhi degli altri è come se dicessi “Eh, visto? Io lo avevo sempre detto. E’ pure un po’ merito mio”.

Incedibile. Uno che non andrà via. Uno che la Società non venderà. Ecco la chiave: uno che la società non venderà.
Certo, Kostas Manolas… Uno che la società non venderà… Manolas… non venderà… Manolas…
Entro. E con voce flebile, quasi a scusarmi, ascolto me stessa sussurrare: “Salve, vorrei la maglia di Juan Jesus. Quanto costa farci mettere sopra il nome?”

ARTICOLO DI  VALERIA BIOTTI TRATTO  DAL  CORRIERE DELLO SPORT DEL  10.11.2018

VALERIA BIOTTI E’ IN ONDA SUI 101,500 DI  CENTRO SUONO SPORT

LUNEDI’ MERCOLEDI VENERDI ORE 14,00 ORE 16,00 ( IO STO CON GLI INDIANI )

MARTEDI  GIOVEDI ORE 20,00 22,00  ( ABBIAMO TROVATO IL TITOLO )

img-20181110-wa0008_11208905409.jpg