Dzeko, il bello di notte

photo_1539846846520_1_1-406751365.jpg

Sono 47 le reti segnate dal bomber bosniaco quando si gioca sotto la luce dei riflettori

Una battuta, forse. O meglio, non solo una battuta. “A Dzeko piace di più giocare la sera”, ha confidato Eusebio Di Francesco dopo la vittoria sul Cska Mosca e la doppietta del bosniaco. Edin bello di notte, in sostanza, come scrive Mimmo Ferretti su Il Messaggero.

photo_1540369206903477311571.png

Ma è davvero così? I numeri confermano che quella di EDF non è stata una frase buttata lì senza grosse pretese. Riassunto: centocinquanta partite con la maglia della Roma, 80 reti. Le ultime due martedì sera all’Olimpico contro i russi. Con un parziale di 54 gol confezionati dopo le 19. Con la robusta percentuale del 67,5 per cento. Bello di notte? Bellissimo, a dire il vero.

Edin ha segnato soltanto 12 reti quando le partite si sono giocate alla luce del sole, tipo alle 12,30 (2) o alle ore 15 (10). Non male il bottino, invece, alle ore 18 (13), quando cioè non è ancora sera (almeno al momento del fischio d’avvio) ma non è più giorno. Da segnalare che proprio in una gara alle 18 è arrivato il primo gol di Edin con la maglia giallorossa, il 30 agosto del 2015 contro la Juventus (Roma-Juventus 2-1). C’è un gol per lui anche con gara alle ore 18,30.

Massiccio il suo rendimento notturno, grazie al quale sta seriamente attentando al record Champions di Francesco Totti, 15 lui contro le 17 del Capitano. Si parte per convenzione alle ore 19: 2 reti. Un gol alle ore 20,30, quello firmato in questa stagione a Empoli. Cospicuo il raccolto con gara alle ore 20,45: 38 centri. Sette le reti alle ore 21 (cinque delle quali nell’attuale Champions League) e, infine, 6 con gara alle ore 21,05, tutte ovviamente in Europa League.

Con la doppietta al Cska Mosca Dzeko ha superato Da Costa nella classifica dei marcatori della Roma all time, salendo al nono posto, a tre reti da Delvecchio e a 7 da Balbo. Inoltre, l’ennesima doppietta gli ha consentito di portarsi 5 gol dal suo record con la stessa maglia, 85 centri con il Wolfsburg in 143 partite. Dire che è già entrato nella storia del club giallorosso non è azzardato. Ma c’è tempo per migliorare, magari a cominciare da domenica a Napoli: lo stadio San Paolo gli porta bene, con 4 gol (due doppiette) nelle ultime due partite. E, attenzione, si giocherà di notte…

FONTE   M.  FERRETTI

fb_img_15390652962601484288759.jpg