ANTONIO FELICI…#RomaSpal

 

photo_1539846846520_1_1-406751365.jpg#RomaSpal Facevamo bene a rimanere prudenti dopo il secondo tempo di Empoli. La Roma non è guarita per niente. Anzi, al cospetto di una Spal attenta e ben organizzata, è andata incontro ad una sconfitta davvero rovinosa. L’inizio dei giallorossi è stato positivo ma a fronte delle numerose azioni create, la fase conclusiva è stata assai mediocre. Così ha chiuso il primo tempo in svantaggio a causa di un rigore causato da un’ingenuità di Luca Pellegrini (un errore di gioventù che gli va perdonato). Mi ha colpito la lentezza e la poca cattiveria con la quale la Roma è scesa in campo nella ripresa. Ha sfiorato il gol con un gran tiro di Lorenzo Pellegrini ma ha soprattutto sciupano almeno due chiare palle-gol con Dzeko, apparso moscio e demotivato come agli esordi in giallorosso. In compenso ha subito il raddoppio grazie a una dormita di Fazio e deve ringraziare Olsen per un paio di miracoli che hanno consentito di evitare di incassare altre reti. Un clamoroso passo indietro per Di Francesco e i suoi. Mi ha colpito la presenza, nel finale, di parecchi ragazzini in campo (compreso Coric), mentre le telecamere inquadravano De Rossi e Kolarov, due con gli attributi, malinconicamente in tribuna per infortunio. In fondo, se ci pensiamo bene, questa Roma fatta di alti e bassi è tutta in quella immagine. Forse stiamo solo raccogliendo quello che abbiamo seminato.

FONTE   A. FELICI

FB_IMG_1503824380348
ANTONIO FELICI