Jacopo Volpi (Rai Sport) a Centro Suono Sport: “La Roma non sa ancora soffrire, Pastore meglio dietro una punta”

 

Jacopo Volpi di Rai Sport è intervenuto oggi a Centro Suono Sport in occasione del programma “Io sto con gli indiani”. Ecco le domande e le risposte del suo intervento.

screenshot_2018-08-21-22-38-27_1755704602.jpg

La vittoria di sabato sera ad Empoli è stato un passo indietro per la Roma?
Credo che su tutto il resto la squadra sia indietro. Ha giocato un buon primo tempo, ha rischiato poco, ma poi ha confermato la scarsa capacità di soffrire quando il possesso palla è degli avversari. Di Francesco deve lavorare proprio su questo. Le trame di gioco si sono viste nei primi 45 minuti, nel secondo tempo si è rischiato troppo.

Screenshot_2018-08-21-18-43-02_1

Nella Roma hanno segnato 11 giocatori: vuol dire che dà pochi riferimenti oppure si va sull’episodio?
Si va sull’episodio. Ci sono dei brevi momenti in cui la Roma gioca bene in attacco, in difesa c’è da lavorare. Lo scorso anno Dzeko si impadroniva di una zona enorme di campo e si proponeva, quest’anno sta accadendo di meno.

Di Francesco sa come leggere le partite dalla panchina, ma perchè la Roma non riesce a leggere mentalmente alcuni incontri?
Credo sia un limite della squadra, alcuni giocatori sono svogliati e confermano che giocare senza palla è una faticaccia. Di Francesco sta facendo cose importanti, è un ottimo allenatore e aiuta i calciatori nei momenti difficili. Ora bisogna capire se la Roma corre poco e bene oppure molto e male.

Quanto è importante in questo centrocampo Lorenzo Pellegrini?
Un mese fa non ci sembrava pronto, ora lo è più di tutti. Cristante non si è ancora inserito bene, come successo ad altri ex giocatori dell’Atalanta: come mediano mi è piaciuto abbastanza, ma l’ho visto meglio proprio nel ruolo di Pellegrini.

Quale potrebbe essere il ruolo di Pastore?
Quando starà bene lo vedrei bene dietro a una punta, ma quante squadre possono permettersi di avere un giocatore “senza ruolo”? Neanche la Juventus può farlo. Pastore mi ha fatto vedere cose bellissime, spesso sparisce o si fa male.

Come le sono sembrati Luca Pellegrini e Santon?
Santon si è fatto trovare pronto, d’altronde è l’unico terzino “vero” della Roma e sa fare le diagonali. Pellegrini ha coperto bene la fascia, sarei felice di vederlo ancora, ha anche un discreto cross. Mi spaventa però il suo procuratore, Mino Raiola.

FONTE     Centro Suono Sport   “Io sto con gli indiani”

screenshot_2018-10-09-08-21-39_1-1756643828.jpg