Dzeko «A casa» la Roma cresce attorno a lui

photo_1538657398957-1804729529.png

– Edin Dzeko, il campanile al centro del villaggio. Ha piantato radici profonde nella città in cui ha fatto nascere due figlie e nella Roma che ama ancora di più da quando ha rischiato di perderla, destinazione Chelsea, per colpa di un gol troppo bello segnato ai londinesi di Conte, Con i tre di martedì al Viktoria Plzen, Dzeko è entrato nei primi dieci cannonieri della storia giallorossa. Sempre più presente nell’album di famiglia. L’attaccante bosniaco è la colonna di sostegno attorno a cui sta crescendo la nuova, giovane Roma di Di Francesco.

screenshot_2018-08-21-22-38-27_1755704602.jpg

Con un gol bellissimo alla prima giornata contro il Torino spianò il cammino dei suoi. Poi però la Roma è incappata in comprensibili problemi di crescita. Brutta la sconfitta di San Siro contro il Milan, quando Dzeko si ritrovò sulle scarpe il confuso Schick. Recuperata la propria identità di squadra da corsa, larga e veloce, la Roma si è rimessa in moto, con un derby esaltante e una goleada in Champions. Senza più nessuno sulle scarpe, con due alette frizzanti che lo servono e interni di qualità che accorciano dalle sue parti, Dzeko si sente a casa sua. Se la Roma crescerà ancora, lui la porterà lontano, come fece lo scorso anno. In gol sia all’andata sia al ritorno contro Barcellona e Liverpool. La semifinale di Champions, che sembrava un traguardo assurdo, resta un punto di riferimento, un invito a sognare alto. E più la giovane Roma andrà avanti, più saranno probabili i gol di Edin Dzeko, che segna quando conta di più. Come usano i grandi.

FONTE     GAZZETTA DELLO SPORT

screenshot_2018-10-03-11-08-17_1_1-382571310.jpg