Pellegrini, simbolo della rivoluzione

screenshot_2018-09-13-06-54-40_1-1980406224.jpg

L’intuizione di alzare il centrocampista romano subito dietro a Dzeko ha spinto la squadra fuori dal tunnel

screenshot_2018-08-21-22-38-27_1755704602.jpg

Dai senatori ai giovani, il testimone è passato di mano nel derby. Il simbolo è Lorenzo Pellegrini, il trequartista che non ti aspetti, come riporta Il Messaggero.

L’intuizione di alzarlo subito dietro a Dzeko ha spinto la squadra fuori dal tunnel. Lorenzo ha il dinamismo del centrocampista, la qualità del rifinitore e la tigna del romanista. E ha soprattutto la personalità necessaria per quel ruolo. La palla se la va a prendere perché non gli scotta mai tra i piedi e la distribuisce a occhi chiusi,senza faredistinzioni,achistadavanti e a chi arriva da dietro. Adesso è insomma al centro del gioco.

L’assenza di Pastore lo ha avvantaggiato. Così come lo stop di De Rossi ha riportato in quota Cristante. Spalla di Nzonzi e comunque regista pure lui. La mossa, dettata dall’emergenza, ha pagato: fisicità e palleggio.

FONTE  il MESSAGGERO

screenshot_2018-09-29-16-57-59_1-1637471010.jpg