Longo: “Andremo a Roma per disputare una grande gara”

photo_1537855590231_1573029949.jpg
|

Moreno Longo, allenatore del Frosinone, ha parlato in conferenza stampa per presentare il match contro la Roma. Ecco le parole del tecnico ciociaro:
Digiuno da gol?
Dopo la Juve ci siamo allenati solo ieri e ci alleneremo oggi. Quando ci sono tre partite in una settimana si da recupero a chi ha un grande minutaggio. Sappiamo di dover risolvere quella che è una questione problematica ovvero la fase offensiva. Vederla contro la Juve sapevamo che sarebbe stato difficile perché giocavamo contro una grande squadra. Contro la Juve abbiamo provato a fare qualche buona ripartenza ma dovevamo sfruttarla meglio. Dobbiamo imparare a cambiare velocemente atteggiamento da una fase all’altra. Bisogna avere coraggio nel portare più calciatori in attacco. Le occasioni nelle gare precedenti le abbiamo avute ma serve avere una grande determinazione anche negli ultimi metri.
Campbell?

photo_1535092393147_1713929054.jpg
Credo che le sue qualità siano indiscutibili. Possiede qualità importanti per questa categoria ma ancora non sta bene. L’ho fatto giocare con la Juve perché per acquisire la condizione ottimale deve giocare. Purtroppo l’infortunio alla caviglia gli ha rallentato il percorso di crescita della sua condizione. Gli serve giocare per entrare nella condizione ottimale e poter dimostrare tutto il suo valore A Roma dobbiamo ritrovare grandi motivazioni a livello mentale a tre giorni dalla sfida con la Juve. Riuscire a ritrovare quell’atteggiamento è molto importante. Tatticamente bisogna fare delle scelte ma solo il campo dirà cosa sarà meglio o peggio. Aggredirli potrebbe essere un bene ma anche un rischio perché ci sarebbe spazio per calciatori veloci come Under e El Shaarawy. Mi aspetto un atteggiamento gagliardo da parte dei miei. Dovremmo capire anche quale sarà l’atteggiamento della Roma perche è una grande squadra e ha un grande allenatore. Guardiamo solo a noi e alla nostra crescita e non ai problemi della Roma.

screenshot_2018-08-29-11-55-24_1-826812066.jpg
Critiche?
Le accetto perché quando si fa un punto in cinque partite senza aver fatto gol è normale che arrivino le critiche. Io devo fare un’analisi da allenatore ed e diversa. Sentirmi dire che sono difensivista mi fa ridere perché l’anno scorso giocavamo 4-2-3-1 con gli avversari arroccati nella propria area. So benissimo cosa dobbiamo migliorare ma vedo i miei ragazzi impegnarsi tutti i giorni per cambiare le cose. Non è una scusante ma il calendario non ci ha dato una mano. Capisco i tifosi che vorrebbero vedere un Frosinone diverso ma contro queste squadre diventa difficile poter proporre qualcosa di differente.

photo_1537514133769942913824.png
Turnover?
Qualcosa cambierò perché al di là della partita con il Genoa tre partite in una settimana influiscono sulla condizione dei calciatori. Penseremo al Genoa però solo dopo la Roma. Maiello sarà out almeno due settimane.
Vloet?
Domani è convocato, aveva bisogno di un mesetto di preparazione perché veniva da due mesi di inattività. Il campionato olandese è completamente diverso dal nostro e quindi si sta adattando a lavorare su due fasi migliorando quotidianamente. È un ragazzo molto disponibile e propenso a fare quello che gli vieni chiesto.
Capuano?
Era solo una forte contusione, oggi valuteremo bene i vari acciacchi ma ieri lamentava solo forte dolore”

screenshot_2018-09-25-18-32-02_1-1868333237.jpg