Lutto al braccio per Maria Sensi: “Era una seconda mamma.. De Rossi: “Appartengo ai romanisti”


photo_1536681981237_1325167067.jpg

L’argentino non è tra i convocati, mentre tornano Perotti e Florenzi. Il tecnico giallorosso: “Riprendiamoci quello che abbiamo lasciato”. Lutto al braccio per Maria Sensi: “Era una seconda mamma.

Dopo la sosta per le nazionali la Roma torna in campo: da riscattare c’è il ko subito in extremis in casa del Milan e il match di domani contro il Chievo acquista già un’importanza capitale. “Volevamo avere qualche punto in più, è la cosa che determina i giudizi. Siamo in tempo per riprenderci quello che abbiamo lasciato essendo solo alla terza giornata e con tutta la Champions davanti – le parole di Eusebio Di Francesco in conferenza stampa -. È una partita delicata che mi può dare tante indicazioni. Abbiamo regalato due tempi, ma abbiamo messo minuti nelle gambe”. Sulla formazione: “Florenzi quasi certamente sarà titolare, devo decidere tra De Rossi e Nzonzi. In avanti giocherà Dzeko, mentre a centrocampo si giocano due maglie Cristante, Pellegrini e Zaniolo. Modulo? Servono certezze, quindi torneremo all’antico (il 4-3-3, ndr)”. Sulla Juve: “De Rossi dice che viaggia su un altro binario? Dobbiamo recuperare terreno, possiamo farlo con determinazione e cattiveria“. Inevitabilmente il pensiero di Di Francesco va anche a Maria Sensi, scomparsa ieri: “E’ un giorno triste sotto ogni punto di vista, per tutti. Maria era una persona cara, una seconda mamma“. Domani, inoltre, la Roma scenderà in campo con il lutto al braccio proprio per onorare la sua memoria, mentre i funerali sono stati programmati per lunedì mattina alla basilica di ‘San Lorenzo fuori le mura’.

screenshot_2018-07-24-19-01-21_1-700518457.jpg

DAL CAMPO – Questa mattina i giallorossi hanno effettuato a Trigoria la seduta di rifinitura tra sala video, attivazione muscolare e tattica. Ancora lavoro individuale per Javier Pastore, mentre Manolas e Schick si sono allenati in gruppo. Come confermato da Di Francesco, la Roma tornerà al 4-3-3 con i principali dubbi che riguardano il centrocampo e il ruolo di terzino destro. In avanti El Shaarawy verso la maglia da titolare. Indisponibile El Flaco Pastore, che resta dunque out, mentre tornano tra i convocati Perotti e Florenzi. Per il lunch match con i clivensi, i tifosi romanisti hanno fatto registrare un’impennata nella vendita dei tagliandi dopo un inizio diffidente (saranno almeno 40mila le presenze all’Olimpico): il merito è soprattutto della promozione che ha permesso di acquistare due biglietti di Monte Mario al prezzo di 1. Dopo la sfida col Chievo sarà tempo, invece, di pensare al debutto in Champions League di mercoledì a Madrid contro il Real: martedì mattina la Roma effettuerà la rifinitura a Trigoria, poi il volo verso la capitale spagnola e la conferenza di Di Francesco alle 19 al Bernabeu.

L’ANIMA DI DE ROSSI – Il capitano della Roma, Daniele De Rossi, si è raccontato in un’intervista soffermandosi sul rapporto con i tifosi: “Essere una bandiera della Roma significa una responsabilità enorme che ti porti sempre addosso. Significa che non hai scelta. Che quando in passato ho avuto offerte o quando stavamo sull’orlo del fallimento, quando ti chiama qualcuno non sei tu che rispondi. Perché tu, io, sono della Roma nel senso di proprietà della Roma, “dei” tifosi della Roma. Io Daniele De Rossi sono di proprietà dei tifosi della Roma“. Sui nuovi: “Sono tanti, ma si integrano bene. Questo è un gruppo sano, questi arrivati sono forti”. Di Bartolomei: “Il capitano che non ho vissuto da tifoso ma quello a cui mi sono attaccato di più dopo. Con la famosa fascetta personalizzata volevo solo fare una cosa semplice e sobria come lui. Io volevo chiamare mio figlio Agostino. Ma mi ero giocato il jolly col nome della prima figlia e quindi l’accordo era che il nome doveva sceglierlo mia moglie”. Pensiero a Maria Sensi: “È una notizia che mi ha riempito il cuore di tristezza. Mi ha visto crescere a Trigoria e non ha mai smesso di farmi sentire il suo affetto“

screenshot_2018-09-15-12-11-01_1_1-698945258.jpg

 

PRIMAVERA – Debutto amarissimo per i ragazzi di Alberto De Rossi: nella prima giornata di campionato contro il Sassuolo i giallorossi sprecano addirittura un vantaggio di 3-0. I neroverdi rimontano i gol di Celar, Pezzella e Bouah tra il 38′ e l’84’: al Tre Fontane finisce 5-3 per gli ospiti. Nel postpartita il tecnico romanista analizza il ko: “Pessima partita, sul 3-0 pensavamo di averla già vinta e ci siamo fermati, risentendo anche dei nazionali in campo. Sarà un insegnamento per tutti, abbiamo fatto troppi calcoli“. Gli fa ecco anche Salvatore Pezzella: “Siamo calati mentalmente e fisicamente, soffrendo anche il caldo. Dobbiamo ragionarci a mente fredda, ma non deve più succedere“.
LE ALTRE NEWS – In casa Chievo, intanto, il tecnico Lorenzo D’Anna sa dove può far male alla Roma: “Dobbiamo chiudere le linee di passaggio essendo anche propositivi. I giallorossi attaccano e qualche spazio lo concedono, dovremo sfruttare questa situazione. Penalizzazione? Usciremo fortificati, siamo nati per soffrire e quest’anno inizieremo da subito”. Nel match dell’Olimpico l’allenatore gialloblù non potrà contare su Djordjevic e Cesar, che non fanno parte dei convocati. Intanto l’APIA Leichharddt Tigers Football Club, formazione australiana di Sydney, avrebbe fatto un’offerta a Francesco Totti per partecipare al loro match di FFA Cup (la coppa nazionale) contro l’Adelaide United, in programma il prossimo 26 settembre. Sul fronte mercato, invece, spunta un altro nome di prospettiva per la Roma: si tratta di Marcos Paulo del Fluminense, attaccante 17enne per cui sarebbero stati offerti 4 milioni più bonus. Infine Maurizio Costanzo torna a riservare critiche alla dirigenza della Roma: “È stata una campagna dismissioni eccessiva. Tra tutti mi mancherà di più Nainggolan“.