Monchi: “Vendere non è un male, voglio una Roma stabile”. DiFra, compleanno e bivio

 

screenshot_2018-07-25-08-03-59_1_1445655193.jpg
Il ds giallorosso: “L’obiettivo è portare la squadra al top con un modello economicamente sostenibile”. I nazionali debuttano nella Nations League, i dirigenti si regalano un weekend di svago

Con la sosta per le nazionali in pieno corso, in casa Roma c’è spazio anche per tracciare i primi bilanci. I nuovi arrivati non hanno ancora convinto, ma Monchi non indietreggia e continua a credere nel progetto giallorosso: “Ho sentito il bisogno di provare nuove sensazioni e la Roma era il club che mi poteva offrire di essere me stesso e dopo 16 mesi posso dire che è stata la scelta giusta. Pallotta è il capo, ma io posso lavorare in autonomia – ha raccontato il ds spagnolo in una lunga intervista –. Assumere e esonerare gli allenatori è una mia competenza perché dalle decisioni dell’allenatore dipende il progetto sportivo”. L’ex Siviglia continua: “Qui è diverso prima di tutto per l’attenzione dei media. Il mio più grande obiettivo è portare la Roma più vicino possibile al top, costruendo un modello economico sostenibile e stabile che ci permetta di decidere chi vendere e quando vendere. Siamo sulla buona strada, ma non significa che non venderemo nel futuro perché vendere non è un male, ma è una cosa normale se poi investi in strutture, allenatori e giocatori che fanno crescere il club”.

photo_1535092393147_1713929054.jpg
BDAY – Giornata speciale per Eusebio Di Francesco, che oggi ha vissuto il suo secondo compleanno da allenatore della Roma. Il tecnico giallorosso ha spento 49 candeline, tra gli auguri della società e quelli speciali dell’Uefa, ma il momento non è dei più semplici. I tifosi e non solo gli chiedono di rianimare una squadra che in alcuni frangenti è sembrata penalizzata da alcuni dei suoi uomini simbolo. Di Francesco ha quindi una missione ben precisa: fare ricorso a tutta la sua resilienza, sviluppata in tanti momenti nei suoi anni a Sassuolo oltre che nella scorsa stagione romanista.
NAZIONALI – L’obiettivo è ora quello di rialzarsi in fretta, già a partire dal match di domenica all’Olimpico contro il Chievo Verona, oggi vittorioso 3-0 in amichevole con la Triestina. Intanto molti dei giallorossi sono impegnati con le rispettive nazionali: oggi è toccato a Edin Dzeko (3 punti e 1 assist per il bomber giallorosso) e Kostas Manolas scendere in campo nel debutto in Nations League. Alla Turchia di Cengiz Under non è andata bene ieri sera: “Non abbiamo giocato la partita che avremmo voluto, ma dopo il 2-1 della Russia nello stadio è calato il silenzio – ha sottolineato polemicamente l’attaccante classe ’97 dopo il ko – . Avremmo voluto l’appoggio dei nostri tifosi, potevano darci un supporto maggiore e grazie a loro avremmo potuto attaccare ancora di più“. Non ha giocato, invece, Aleksandar Kolarov. Il terzino della Roma ha dovuto chiarire le parole su laziale Marusic rilasciate qualche giorno fa: “Ho detto di esser dispiaciuto che non giochi per noi, per la Serbia. Ma ho tanta stima per lui, non ho detto nulla sulle sue qualità”. Nel frattempo i dirigenti si sono concessi alcuni giorni di svago: per Totti weekend romantico a Londra, mentre Monchi è tornato in Spagna.

screenshot_2018-08-29-11-55-24_1-826812066.jpg
LE ALTRE NEWS – I radar del direttore sportivo romanista sono sempre accesi e l’ultimo profilo seguito porterebbe in Brasile. L’attaccante classe ’97 Pedro Guilherme piace a molti e il presidente del Fluminense ha parlato della sua situazione: “Per chiudere una trattativa è necessaria la volontà delle tre parti. Se dovesse arrivare un’offerta che piace a tutti, la cosa andrà avanti“. Uno dei nomi più interessanti del panorama europeo è senza dubbio quello di Dennis Man, osservato dalla Roma ma sul quale ora è piombato anche il Manchester United. Intanto Federico Balzaretti ha annunciato un’importante novità per il prossimo anno: “Molto probabilmente avremo anche noi la nostra seconda squadra, è uno step importante per i nostri ragazzi”. Infine nei prossimi giorni prenderanno il via le stagioni della Primavera (oggi vittoriosa per 2-0 in amichevole contro il Benevento) e della Roma Femminile, che ha conosciuto oggi il suo calendario incassando anche l’in bocca al lupo di Javier Pastore.

FONTE    Francesco Iucca