Eusebio l’equilibrista

Il mercato della Roma si è chiuso con 12 acquisti: ora il tecnico dovrà gestire la rosa extralarge e darle i meccanismi perfetti

screenshot_2018-07-24-19-01-21_1-700518457.jpg

Senza la partenza di Perotti, Monchi non se l’è sentita di accontentare Di Francesco esaudendo la richiesta dell’esterno destro di piede mancino.

Under rimane quindi, come riporta Stefano Carina su Il Messaggero, l’unico calciatore con le caratteristiche che chiede il tecnico sulla fascia offensiva destra. Perché se è vero, come ha ricordato il ds, che in quel ruolo ci possono giocare Kluivert, Perotti, El Shaarawy, Schick e Florenzi, nessuno dei citati ha le caratteristiche tecniche per convergere al centro come chiede l’allenatore. Un neo in una campagna acquisti che regala comunque a Eusebio una rosa competitivaper confermarsi in zona Champions ed esser pronto, eventualmente, ad approfittare di un passo falso della Juventus.

Il compito del tecnico sarà quello di regalare equilibrio alla squadra. Nella costruzione estiva targata Monchi, è nata infatti una Roma fortemente a trazione anteriore. Due terzini che spingono, due intermedi più propensi alla fase offensiva che a quella difensiva e tre attaccanti.

A livello difensivo, sembra difficile poter ripetere l’exploit della passata stagione (secondo reparto del torneo) anche se l’arrivo di Nzonzi regala maggior solidità.

In avanti Schick, con una preparazione alle spalle, si candida a qualcosa in più che essere il vice Dzeko. Per ora il totem bosniaco non si smuove e al suo fianco potrà contare sulla vivacità di Under e sulla qualità di Kluivert, da molti ritenuto la possibile sorpresa del campionato. Perotti e El Shaarawy rappresentano l’usato sicuro, vogliosi di non farsi sorpassare nelle gerarchie dall’olandese. A partire da domani.

FONTE  S. CARINA