Se N’Zonzi non c’è, il piano B di Monchi: Promes o Bailey

screenshot_2018-08-11-12-56-33_1-1134973838.jpgscreenshot_2017-12-07-16-02-54_1_1-421588210.jpg

Sei giorni per un calciatore in grado di migliorare l’organico e spostare gli equilibri

L’agenda del ds Monchi, in queste ore, è misteriosa anche a Trigoria. La priorità è cogliere l’opportunità migliore per rinforzare una squadra che allenatore e dirigenti ritengono già competitiva. Nei due giorni passati a Siviglia non è stato solo per vedere la famiglia, ma anche per lavorare alla pista N’Zonzi.Il primo alleato è proprio il centrocampista, che ha incontrato i dirigenti del Siviglia comunicando di voler andare via.

La Roma parte dalla propria valutazione del calciatore – circa 25 milioni – e non ha intenzione di aprire un fronte a condizioni differenti. Il Siviglia non accetterà meno di 30 milioni e anzi nelle ultime ore sta provando a “chiamare” la concorrenza di Psg e Bayern. La Roma non è poi così lontana, ma c’è da lavorare.

Come riporta La Repubblica, se Monchi dovesse capire che il tira e molla rischia di andare per le lunghe, col mercato in chiusura venerdì, guarderebbe altrove. Il piano B potrebbe anche portare a un attaccante esterno: Quincy Promes dello Spartak Mosca, con la suggestione del giamaicano del Leverkusen Bailey. Di certo la Roma non comprerà tanto per comprare: piuttosto resterebbe così.

FONTE   LA REPUBBLICA