Roma, Malcom e Olsen negli Usa

 

screenshot_2018-07-20-08-17-04_11016289364.jpg

– A bordo del charter delle ore 11, diretto a San Diego, sale la Roma del futuro. La rosa è quasi fatta, Di Francesco ha convocato 27 giocatori per la tournée, ma col mercato in fermento sono diventati 26 dopo poche ore: Defrel saluta e va alla Sampdoria, lasciando spazio ai prossimi colpi di Monchi, Malcom e Olsen. Un attaccante e un portiere da spedire in America la prossima settimana, quella decisiva per chiudere le rispettive operazioni. Il brasiliano del Bordeaux potrebbe sbarcare nella capitale martedì per le visite mediche, i giallorossi sono in trattativa con i francesi e si potrebbe arrivare ad un accordo per una cifra di poco inferiore ai 40 richiesti: con 36-37 milioni – bonus compresi – può esserci la fumata bianca. Con il giocatore l’intesa è arrivata subito, la Roma ha messo sul piatto uno stipendio da 2,5 milioni di euro a stagione per 5 anni, lo stesso che gli offriva l’Inter. Le parti sono ottimiste sull’esito della trattativa e Malcom ha fretta di volare negli Usa.

La priorità resta il portiere, Di Francesco ha portato Mirante, Fuzato e Cardinali in tournée, ma aspetta fiducioso it nuovo numero uno, che sara senza ormai alcun dubbio Olsen. Roma e Copenaghen stanno parlando per limare la differenza tra domanda (c16 milioni) e offerta (10). La speranza è quella di chiudere l’affare in settimana. La vera sorpresa sarebbe trovare uno dei due futuri giallorossi sul volo per gli Stati Uniti che decollerà questa mattina da Fiumicino (arrivo previsto per l’ora di pranzo americana, dopo 13 ore di aereo), Monchi ha la buona abitudine di stupire, ma il tempo è davvero poco stavolta e i rinforzi dvrebbero arrivare in corsa, cosi come i nazionali Fazio e Kolarov, attesi al più tardi giovedi negli Usa.

In quella notte andra in scena l’amichevole con il Tottenham, la prima dell’International Champions Cup, poi sarà Roma contro Barcellona a Dallas, chiusura con il Real Madrid in New Jersey. Ma prima della tappa finale al MetLife Stadium, poco lontano da New York, i giallorossi faranno sosta a Boston, nella città di Pallotta. Di Francesco vuole risposte dalla sua squadra dopo il test sottotono con l’Avellino e le polemiche per il campo malconcio, a cui ha risposto il Frosinone che aveva prestato lo Stirpe per l’occasione: “Noi l’avevamo sconsigliato”. Il tecnico era preoccupato per gli infortuni, Pellegrini sembra essersela cavata con una contusione al ginocchio e Florenzi con un naso rotto: entrambi  partiranno oggi con la squadra, mentre resteranno a Trigoria Verde, Castan e Gyomber in attesa di offerte. Seck andato all’Almere City, seconda divisione olandese, dove potrebbe raggiungerlo Soleri. Svolta Defrel nelle ultime ore, il francese convinto da Sabatini ha accettato la sfida Sampdoria: prestito con diritto di riscatto.

FONTE    IL TEMPO – MENGHI