L’effetto Champions già contagia la Roma

Articolo sponsorizzato da SofiaMttres…cliccare sull’immagine

screenshot_2017-12-07-16-02-54_1_1-421588210.jpg

 

wp-image--1027193435

 

 – A Roma si respira un’aria positiva, i nove acquisti di Monchi e la fiducia che i tifosi hanno in Di Francesco e nella squadra aumenta. L’allenatore, a chi gli chiede di vincere il campionato risponde: “Ci proveremo”, senza sbilanciarsi troppo. Ma la sensazione è che creda che questo possa essere davvero l’anno giusto, soprattutto dopo la semifinale di Champions, per riportare a Roma un trofeo che manca da più di dieci anni, e la gente è con lui. Gli abbonamenti rinnovati sono, ad ora, più di 17 mila, domenica termina la prelazione e si dovrebbe arrivare almeno a 18 mila.

Ma la Roma sogna in grande e allora, la settimana prossima, tra mercoledì o giovedì, la società mettere in vendita anche le tessere per le tre partite del girone di coppa ed è probabile che ci sia un nuovo boom. Perché i tifosi hanno voglia d’Europa, e l’abbonamento ai gironi consente di avere delle agevolazioni per le trasferte e anche per le partite ad eliminazione diretta.

Queste sono le ultime ore per rinnovare l’abbonamento e il responsabile della biglietteria della Roma, Carlo Feliziani, ieri lo ha ricordato alla radio del club: “Fino a domenica sarà possibile rinnovare l’abbonamento con queste modalità. In questi ultimi giorni si potrà anche cambiare posto. Sarà possibile anche spostarsi dai tutti i settori dello stadio verso la Curva Sud. Al termine di questa fase, si partirà con la vendita libera. I tifosi potranno abbonarsi fino al 14 settembre, a campionato già iniziato – ha aggiunto -. Siamo partiti in anticipo, in questa stagione, anche per garantire a tutti il tempo necessario per rinnovare e abbonarsi”.

Chiaramente, la Roma spera che le vendite continuino e che si riesca a superare il record della gestione americana, quando furono vendute oltre 27 mila. Ad oggi, per la società giallorossa, superare quota 25 mila è considerato un successo, e la Roma spera di arrivarci quanto prima. Lo vogliono i giocatori, lo vuole il club, lo vuole soprattutto Di Francesco. Che, non a caso, avendo scelto il ritiro a Trigoria sa che sarà difficile sottrarsi all’abbraccio dei tifosi. E, in fondo, è proprio quello che vuole.

FONTE   LA GAZZETTA DELLO SPORT – ZUCCHELLI