Roma, il tesoro per Chiesa

I soldi delle cessioni di Alisson e Nainggolan reinvestiti in parte per il viola e per Areola. Pastore: c’è l’ostacolo ingaggio

 

Areola, Chiesa e Pastore. C’è del mistico nel piano di Monchi per rinforzare la Roma in tutti i reparti con le probabili cessioni di Alisson e Nainggolan.

Il tesoretto derivante dalle due cessioni eccellenti sarà, infatti, come riporta Leggo, in gran parte investito per non far rimpiangere i due top player ormai sul piede di partenza. Il portiere continua ad essere corteggiato con forza dal Real Madrid, tanto che il suo procuratore oggi (o al massimo domani) partirà dalla Russia direzione Trigoria per confrontarsi con la dirigenza giallorossa. Alisson vuole andare via e ha già detto sì al Real a un contratto da 6 anni a più di 5 milioni. La Roma però non molla: 80 milioni, o niente. Il Real è fermo a 60. Soldi che, come detto, potrebbero essere spalmati su due operazioni: il sostituto di Alisson e l’esterno destro.

Per il primo ci sono due soluzioni al vaglio: l’acquisto di Areola che il Psg valuta 25-30 milioni o la coppia Olsen-Meret. Al momento sembra in vantaggio il francese, almeno nei piani di Monchi. Tutto il resto (circa 50 milioni) verrà offerto alla Fiorentina per Federico Chiesa che formerebbe con Justin Kluivertuna coppia di figli d’arte niente male. I viola, però, finora hanno resistito a tutti gli assalti e inoltre c’è da superare la concorrenza di mezza Europa. L’alternativa è Berardi, che verrebbe a costare molto meno e che può essere preso in prestito con obbligo di riscatto. Progetti, quindi, ancora tutti da decifrare.passare all’Inter per 30-35 milioni compreso il cartellino di un giovane della Primavera: i nerazzurri offrono Zaniolo, la Roma preferirebbe Pinamonti.Al suo posto in pole, fino a qualche giorno fa, c’era Ziyech ma ci sono due elementi che fanno riflettere Monchi e Di Francesco: la coppa D’Africa in inverno che priverebbe il tecnico del marocchino per quasi due mesi e la resistenza dell’Ajax che continua a sparare 40 milioni.

Il ds spagnolo sta studiando il piano B, ovvero Pastore che ha già confidenza con la serie A. Il Psg deve fare cassa in vista del 30 giugno e lo cede per 20 milioni. Il problema è l’ingaggio da sei a stagione dell’argentino. C’è stato un contatto tra Monchi e l’agente Simonian, ma l’intesa è difficile. Altro giocatore in ottica Roma è lo svincolato Bruno Fernandes che però non accende gli entusiasmi.

Cessioni minori: Peres continua a trattare col Torino, ma alla fine dovrebbe arrivare l’accordo. Antonucci finirà al Sassuolo a prescindere dall’affare Berardi.

FONTE        (F.Balzani)