Alisson al Real Madrid? La Roma ha già due piani

Se gli spagnoli arrivano a 70-75 milioni, il brasiliano può partire. Poi si punterà su Areola oppure sull’accoppiata Olsen-Meret

Nel mondo ideale dove Alisson vorrebbe vivere, il trasferimento al Real Madrid dovrebbe avvenire prima del suo esordio al Mondiale, così da regalargli tutta la serenità di cui ha bisogno, scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport“. Improbabile che possa accadere, anche perché la forbice tra domanda e offerta è sensibile. Il portiere dei sogni di Florentino Perez è De Gea, però il Manchester United non chiede meno di 90 milioni, quindi è logico che il Real non voglia arrivare ad oltre 65-70 milioni per Alisson. C’è da limare, e chissà che Pallotta non sia stato profetico parlando di 78 milioni. La Roma, poi, dovrà comperare e pare avere le idee chiare, potendo contare tra l’altro su un preparatore di portieri super come Marco Savorani, a cui sia Szczesny che Alisson devono molto. Il progetto pare chiaro: prendere o il francese Areola(Psg), 25 anni, oppure puntare sul giovane talento italiano Meret, 21 anni, (Udinese), affiancato dall’esperto svedese Olsen, 28 anni (Copenaghen). Vogliamo chiamarli Piano A e Piano B? Facciamo pure, anche la certezze assoluta che l’uno sia meglio dell’altro non c’è, visto che parliamo di tre portieri nel giro delle rispettive nazionali e i due stranieri, per giunta, adesso al Mondiale. La scelta di Areola (guidato da Mino Raiola) «costringerebbe» il francese ad essere pronto subito, mentre Meret potrebbe crescere con un po’ più di calma con la tutela dell’esperto Olsen. In entrambi i casi, comunque, gli investimenti non sarebbero banali: Areola ha il contratto in scadenza nel 2019 (e non vuole fare panchina a Buffon), lo svedese nel 2020 e l’italiano nel 2022. Più dietro Leno de Bayer Leverkusen.

Sul fronte del centrocampo, logico che la Roma si voglia muovere solo dopo la cessione di Nainggolan. Una volta trovato il punto d’incontro con l’Inter, si partirà all’attaco di Hakim Ziyech. In difesa sempre più calda la pista che porta a William Bianda, 18 anni, del Lens. In questo stallo (solo apparente) qualcosa però si muove. Il baby talento Riccardo Calafiori (classe 2002) ha firmato il primo contatto da professionista, mentre sul fronte Florenzi la prossima settimana ci sarà l’incontro tra l’agente, Alessandro Lucci, e i dirigenti giallorossi. Argomento: il rinnovo di contratto dell’azzurro, che tra poco più di sei mesi potrebbe liberarsi gratis. Il nodo è l’ingaggio, che Florenzi vorrebbe al livello dei top della rosa, proprio mentre il club cerca di calmierare tutti gli stipendi. Impressioni? L’accordo è possibile a metà strada, altrimenti all’azzurro non mancano estimatori.

FONTE   M. CECCHINI