Depositata la perizia autoptica su Davide Astori

screenshot_2018-06-08-11-49-06_1-717234636.jpg
E’ stata depositata la perizia autoptica riguardo Davide Astori, scomparso lo scorso 4 marzo. I professori Moreschi e Thiene, all’interno della perizia, parlano di tachiaritmia e non bradiaritmia. Ovvero il cuore di Astori non ha rallentato, ma accelerato; non provocando il decesso del difensore del sonno. Sull’argomento si è espresso anche Antonio De Nicolo, procuratore di Udine, ai microfoni del Corriere della Sera: “Non posso anticipare nulla. Posso solo dire che sul caso è aperto un fascicolo a carico di ignoti. La collega sta studiando il documento. Non appena il lavoro sarà terminato decideremo se proseguire l’indagine o chiedere l’archiviazione”