Ritorno cinese: l’Evergrande su Nainggolan

La squadra di Cannavaro offre 30 milioni ai giallorossi e un ingaggio di 12 al belga

 

Radja Nainggolan è pronto per sbarcare sul pianeta Cina, e proprio in quel Guangzhou Evergrande di Fabio Cannavaro, che in inverno aveva già parlato col giocatore.

Come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, il club giallorosso non vuole affatto svendere il belga, tant’è che Nainggolan è stato inserito nello spot della campagna abbonamenti (in partenza oggi) in cui gli uomini-immagine (da Di Francesco e Totti in giù) recitano: «Io ci sono». Come dire, l’accelerazione cinese era attesa, ma non così sicura.

L’Evergrande è pronto ad investire circa 30 milioni per Nainggolan, offrendo al giocatore un ingaggio di circa 12 milioni a stagione. Il pagamento, però, sarà complesso, visto che c’è la questione della «luxury tax». Così si sta lavorando alla formula del prestito biennale con riscatto obbligatorio, più i proventi (per la Roma) di una tournée in Cina organizzata a breve.

Il belga è veramente legato a Roma, ma uno stipendio come quello cinese è davvero fuori mercato in Europa. Irrinunciabile, soprattutto dopo che la mancata convocazione al Mondiale pare avere rotto qualcosa nel giocatore, che ormai esterna spesso, rivendicando il suo stile di vita «libero» anche alla luce di un passato molto difficile

FONTE        (M. Cecchini)