La Roma progetta Chiesa nel villaggio. E non molla Verdi

FB_IMG_1493745186331_1
MONCHI

 – Federico Chiesa e Simone Verdi. Uno o l’altro, molto più del Bernard dello Shakhtar, sondato di recente. La novità riguarda il gioiello della Fiorentina, la Roma si è informata della situazione di Chiesa con la società viola. E il messaggio recapitato da Trigoria a Firenze è il seguente: sappiate che, qualora decideste di cedere l’attaccante, noi vorremmo essere informati. Per il momento non si è andati oltre. Ma è già abbastanza per dipingere uno scenario futuribile. La manovra d’avvicinamento è iniziata. Alla Roma piace Chiesa, identikit che rientra alla perfezione nelle idee tattiche di Di Francesco. Il Cies, l’osservatorio sul calcio, solo lo scorso dicembre ha stimato una valutazione di 51 milioni di euro. Ecco perché, a fronte di un’impresa così complicata, il passo obbligato sarebbe quello di cedere almeno uno dei due esterni offensivi di piede destro in organico. Chiesa «in» vorrebbe dire Diego Perotti o Stephan El Shaarawy ceduti.

Verdi, rispetto a Chiesa, avrebbe il vantaggio di essere impiegabile sia a destra sia a sinistra. E il fatto di essere un ottimo specialista dei calci piazzati – alla Roma dopo Kolarov c’è il deserto – non è elemento che passa inosservato.

FONTE    LA GAZZETTA DELLO SPORT – STOPPINI