Napoli, De Laurentiis: “I due rigori per la Roma c’erano, meritava i supplementari”

Parla il presidente del club azzurro: “Gli arbitri italiani hanno una certa sudditanza nei confronti della Juve. Ma il problema riguarda tutta Europa, guardate i giallorossi…”

Aurelio De Laurentiis torna a parlare, ancora una volta senza peli sulla lingua. Dopo aver affrontato la questione Var e i problemi arbitrali italiani, il presidente del Napoli si sofferma anche sugli errori di Skomina in Roma-Liverpool. Ecco le dichiarazioni rilasciate a “La Gazzetta dello Sport”: “Sono un sostenitore della Var, ma discuto il suo utilizzo. In cabina di regia non dovrebbero andare gli arbitri, che sono persone sospettabili, ma dei tecnici da formare. L’arbitro deve essere tale durante la partita e il giudizio della Var deve essere incontrastato, non si può demandare a lui la decisone. Piuttosto, darei agli allenatori la possibilità, due volte ciascuno, di richiedere l’intervento della Var sui loro dubbi. Problema arbitrale e una certa sudditanza nei confronti della Juve? Certo che sì, perché la Juventus appartiene alla famiglia più potente d’Italia, con Calciopoli sarebbero dovuti andare giù pesanti, invece non è successo niente. Volete che si mettano contro gli Agnelli, contro la Fiat, contro il potere? Prima di farlo ci pensano su 20 mila volte. Ma il problema degli arbitraggi sbagliati riguarda tutta l’Europa. Com’è possibile che una mano in area non venga visto? Non so se il Bayern Monaco doveva essere escluso. E la Roma? I due rigori c’erano, meritava almeno i supplementari“.

FONTE   GDS