Di Francesco sveglia la Roma: «Chi non ci crede stia a casa»

fb_img_150697796381160472370.jpg

 – Se la Roma avrà la grinta sfoderata da Eusebio Di Francesco in conferenza stampa, oggi non avrà problemi contro il Chievo (all’Olimpico, ore 18): «Pensiamo a vincere, dobbiamo trattare questa gara come se fosse una semifinale. Poi, contro il Liverpool, servirà grande cattiveria agonistica. Chi non ci crede, resti a casa. Ma non ne voglio parlare più, altrimenti mi incazzo». È la prima parolaccia pubblica da quando è a Roma. Un segnale anche questo.

Non è semplice gestire due partite così ravvicinate, così diverse ma entrambe importanti. La volata per il 3° e il 4° posto con Lazio e Inter continua, con in palio il grande premio della partecipazione alla prossima Champions. Un pozzo d’oro: questa edizione ha già portato 91 milioni di euro nelle casse giallorosse.

Necessario il turnover per non perdere posti in campionato e per provare mercoledì sera il miracolo bis, questa volta contro il Liverpool. L’importante è fare le scelte giuste e, punzecchiato dalle critiche del dopo-Anfield, il tecnico abruzzese ha replicato con l’ironia: «Non so se le scelte che ci hanno portato in semifinale di Champions sono state quelle giuste, magari era meglio fermarsi prima».

Sicuro il ritorno alla difesa a 4; non convocati Strootman e Perotti (più lungo lo stop dell’argentino); Schick e El Shaarawy sicuri in attacco, il ballottaggio è tra Dzeko e Under; De Rossi potrebbe giocare stasera e Gonalons mercoledì.

La sfida al Liverpool è diventata, prima di tutto, un problema di ordine pubblico e non è un caso che la sindaca Raggi abbia telefonato al collega di Liverpool e che il presidente giallorosso Pallotta sarà a Roma da domani.

Ieri il Prefetto ha deciso il divieto di alcol per 36 ore, fra il primo e il 3 maggio, in tutto il centro città e verso l’Olimpico. Al Viminale c’è stato un tavolo tecnico per stabilire le misure di sicurezza necessarie in vista del match. Hanno preso parte all’incontro vertici della Pubblica Sicurezza, della Questura, di Roma e Liverpool, dell’Uefa, della Figc e della polizia britannica (c’era anche il viceconsole). A tutti i tifosi del Liverpool sarà distribuita una guida su cosa fare e cosa non fare, con i posti più sicuri e le indicazioni per raggiungere lo stadio scortati. Il Liverpool si allenerà a Formello, ospitato dalla Lazio, mercoledì (prima della partita) e giovedì mattina (prima del ritorno a casa). Un «gemellaggio» che non contribuirà ad abbassare i toni..

FONTE        CORRIERE DELLA SERA – VALDISERRI