La Roma asfalta la Spal (3-0): Schick si sblocca, ecco il primo gol in campionat

Grande prestazione della squadra giallorossa, sprecona nel primo tempo ma letale nel secondo. Ora la testa è tutta ad Anfield

 

FERRARA – Sessanta minuti per archiviare la pratica Spal, troppi per quanto ha creato la Roma nel primo tempo. Grande prestazione dei giallorossi e grande risultato in un campo difficile, contro la squadra ferrarese che ha fermato al Mazza la Juventus e veniva da otto risultati utili consecutivi. Terzo posto solitario, ora si può dire senza rimproveri: testa al Liverpool.

GOL ED ERRORI – La Roma nel primo tempo ha graziato la Spal. Come al solito, troppi errori sotto porta che hanno tenuto a galla la formazione di Semplici. Due occasioni sprecate da El Shaarawy, una da Pellegrini e un’altra nei minuti di recupero da Nainggolan. Tra i tanti errori anche il gol realizzato da Vicari nella propria porta. La Spal non è mai riuscita ad arginare le offensive giallorosse, e da una di queste è arrivato il cross rasoterra in area di Pellegrini che il difensore romano (tifoso della Lazio) ha depositato nella propria porta nel tentativo di anticipare Strootman. Un solo gol nel primo tempo, tanti errori ed orrori sotto porta

SCHICK – Buona prova di Gonalons, riproposto titolare per la seconda volta consecutiva dopo il Genoa, sufficienza anche per Jonathan Silva alla sua prima con la maglia giallorossa. Nel secondo tempo tutt’altra Roma e due a zero arrivato al 51’ con un destro di Nainggolan che ha battuto Meret. Quarta rete in stagione per il numero 4 giallorosso, oggi capitano per l’assenza di De Rossi. Una grande parata di Alisson su Paloschi dopo il due a zero, poi dominio Roma. Giallorossi tatticamente perfetti: squadra corta, compatta e (stranamente) cinica. Ha segnato anche Schick, tra i cori dei tremila tifosi giallorossi e gli applausi della panchina. Ottimo colpo di testa in area di rigore del ceco che ha realizzato il suo secondo gol stagionale, il primo in Serie A con la maglia giallorossa.

 

TURNOVER – Tre a zero, spazio allora al turnover in vista del Liverpool (che si è fatto rimontare due gol in Premier League). Fuori Strootman, Nainggolan e Pellegrini, dentro Under, Perotti e Gerson. Dopo sessanta minuti al Paolo Mazza la testa di Di Francesco è volata all’Anfield per la semifinale di Champions. Soddisfatto il tecnico abruzzese per quanto ha fatto la sua squadra nel secondo tempo, ma soprattutto per aver mantenuto la concentrazione nonostante l’impegno prestigioso di martedì. Battuta la Spal che veniva da otto risultati utili consecutivi, terzo posto solitario per la squadra giallorossa che ora può pensare al 100% alla notte magica di Champions League.

FONTE  FORZAROMA.INFO