Dzeko ed Emerson, il Chelsea rilancia

Restano appena quattro giorni di tempo, e ogni ora cambia la prospettiva

Nuovo rinvio, nuova deadline. Va avanti sul filo del rasoio la trattativa tra la Roma e il Chelsea, ogni minuto che passa complica l’affare, se non altro perché compreso oggi restano appena 4 giorni di tempo, e ogni ora cambia la prospettiva: una volta sta per saltare tutto, un’altra si avvicina la firma, come scrive Il Tempo.

“Il mercato non dorme mai”, dice Di Francesco, e ha ragione: tra la notte di venerdì e ieri mattina, la questione era stata praticamente archiviata e Dzeko sembrava destinato a restare nella capitale, poi qualche telefonata ha riaperto il tavolo delle negoziazioni. Insomma, può ancora accadere di tutto. Per ora va registrato un altro ritardo, l’ultimatum era strategico e Monchi rimane alla cornetta in attesa che la sua irripetibile occasione di chiudere il discorso fair play finanziario in anticipo si concretizzi.

La Roma, in effetti, spera che il Chelsea arrivi fino in fondo e porti 50 milioni più bonus da 8-9 milioni nelle casse di Trigoria. Il pacchetto comprende anche Palmieri, che tuttavia potrebbe slegarsi dall’operazione in qualsiasi momento se l’en plein non dovesse riuscire. Emerson ha accettato le condizioni contrattualidegli inglesi (4 milioni di sterline a stagione per 4 anni e mezzo), mentre Edin continua il tira e molla sull’ingaggio, il vero nodo della trattativa.

Oltre all’aspetto economico (il bosniaco chiede un anno in più, il Chelsea riflette sulla possibilità di fare uno strappo alla regola degli over 30), ad incidere è anche l’ambito affettivo: se fosse per la moglie Amra, non ci sarebbe nessun dubbio, lei vuole restare qui, evitando alla prima figlia 15enne un nuovo trasferimento nel bel mezzo dell’anno scolastico.

Difficilmente oggi ci saranno sviluppi, il giorno chiave sarà domani, la nuova deadline a 48 ore dalla chiusura del mercato. La Roma può far valere le esigenze di Conte di avere una punta e un terzino subito per partire favorita nel braccio di ferro finale. Infatti, l’alternativa a km 0, Giroud, non è così vicina: l’Arsenal ha chiuso la porta ai Blues, pronti a tornare all’assalto per Edin. “Crouch e Carroll non sono acquisti da Chelsea, Dzeko è un’altra storia”, è l’investitura di Lampard.Monchi intanto tiene calda la pista Aleix Vidal: se esce Palmieri, entra il terzino del Barça. Dalla Francia: respinta l’offerta da 5 milioni per Guendouzi, centrocampista (fuori rosa) del Lorient. Intanto Nura va verso il prestito al Perugia.

FONTE    FORZAROMA.INFO