A. FELICI..

#SampRoma I giallorossi, in grande difficoltà, acciuffano nel finale quello che possiamo considerare un prezioso pareggio. La squadra ha fatto anche molto gioco, sia pure a tratti con molta confusione e senza idee precise. Solo che nei sedici metri è apparsa molle, per niente cattiva né coinvinta. E’ incredibile come i calciatori della Roma non riescano a mettere la palla in rete. Punita ingiustamente dalla solita immancabile decisione folle di Orsato (giusto il rigore, irritante il fallo su Strootman non fischiato nonostante l’indicazione del guardalinee), si salva grazie a un gol di Dzeko, fino a quel momento pessimo. Ma il bosniaco almeno aveva l’attenuante delle voci di mercato. Altri giocatori hanno impressionato per la loro pochezza. Su tutti Defrel e Under, semplicemente improponibili a questi livelli. Impalpabile Nainggolan, pessimo Strootman, scoppiato Kolarov. Eccellente Alisson (che temo ci godremo assai poco). Direi bene Schick che ha dato una certa vivacità all’attacco e soprattutto il baby Antonucci, autore di uno splendido assist. Ha fatto più lui in una manciata di minuti che l’Under modello Iturbe dall’inizio della stagione. Di Francesco ha urlato, si è sbracciato, ma tutto sommato è sembrato impotente davanti all’abulia dei suoi. In queste condizioni il pareggio almeno tiene la squadra a galla. Si naviga a vista e si aspetta la fine della tempesta.