Totti. Il primo senza la Roma

Screenshot_2017-09-03-08-07-35_1

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

Buon compleanno Totti. Il primo senza la Roma

 – Le tv di mezzo mondo lo cercano, la Roma ha preparato auguri sui social e in tv, i tifosi gli hanno dedicato il classico striscione al Colosseo (mentre qualche detrattore ha colto l’occasione per imbrattare ancora il suo murale a Monti), lui ha scelto di festeggiare il primo compleanno da dirigente insieme agli affetti più cari. Francesco Totti, oggi 41 anni, trascorrerà la giornata con Ilary, Cristian, Chanel, Isabel e i familiari e gli amici più stretti. Salvo sorprese, eventualmente organizzate dalla moglie, non si regalerà luci e riflettori.

RITORNO IN CAMPO – Per la ribalta vera, appuntamento a venerdì quando, via Milano, sarà a Tbilisi per una partita di sport e solidarietà organizzata dall’ex milanista Kaladze, candidato sindaco della capitale della Georgia. Insieme a Toni, Zanetti e tanti altri big del calcio, Totti tornerà in campo per la prima volta dal 28 maggio e non è un caso, forse, che lo faccia a migliaia di chilometri da Roma. Per l’occasione si è preparato: è più attento all’alimentazione, lavora con un personal trainer, si allena in palestra da solo quando è con la squadra. In attesa di definire nei dettagli, anche formalmente, il suo ruolo nella Roma, Francesco lavora a stretto contatto con Monchi, pranza spesso insieme a Bruno Conti, sta prendendo il patentino Uefa B da allenatore, segue gli allenamenti di Cristian, ogni lunedì è a Cinecittà per stare accanto alla moglie che conduce il Grande Fratello Vip e cerca di costruirsi, mattone dopo mattone, il futuro.

TRA PALCO E REALTÀ – Per ora, non si fa attrarre dalle luci della ribalta: in tanti, da Verdone a Edoardo Leo fino a due canali arabi, vorrebbero dedicargli un film(esistono immagini inedite del 28 maggio), Sky è pronta ad offrirgli ponti d’oro per affidargli con Del Piero il ruolo di testimonial Mondiale e il suo amico Baglioni farebbe lo stesso per averlo, in coppia con Ilary, a Sanremo. Lui è disposto ad ascoltare qualsiasi proposta, ma la sensazione è che alla fine darà retta al cuore. Lo ha fatto sempre, anche due giorni fa, quando ha chiesto di poter festeggiare a casa un compleanno così particolare.

FONTE    LA GAZZETTA DELLO SPORT – ZUCCHELLI