Roma, dopo 7 anni ecco i tre punti

Screenshot_2017-09-03-08-07-35_1

Roma, dopo 7 anni ecco i tre punti in una trasferta Champions: 2 a 1 al Qarabag

I giallorossi vincono facendo il minimo indispensabile e giocando un secondo tempo sotto tono. Sfatato il tabù trasferta, ma contro il Milan servirà tutt’altra prestazione

BAKU – Quarta vittoria consecutiva per la Roma, questa volta in Europa contro un Qarabag nettamente inferiore ma che ha creato più difficoltà del previsto ai giallorossi. Due reti in avvio di gara con Manolas e Dzeko, poi poche altre occasioni per la squadra giallorossa che ha portato a casa i tre punti e sfatato il tabù trasferta che durava da sette anni facendo il minimo indispensabile.

100 IN CHAMPIONS – Altri cinque cambi per Di Francesco rispetto alla gara contro l’Udinese: spazio stavolta a Peres, Pellegrini, Jesus, Defrel e Gonalons. Il turnover ha pagato anche in questa occasione, ad eccezione del centrocampista francese che ha trovato più di una difficoltà per la marcatura a uomo degli azeri in fase di impostazione del gioco. Così dopo il doppio vantaggio della Roma grazie a Manolas e Dzeko (che ha segnato il centesimo gol della squadra capitolina nella moderna Champions League, preliminari esclusi), è stato proprio il francese a concedere nel primo tempo il gol al Qarabag, con una disattenzione al limite dell’area di Alisson che ha portato al gol di Pedro Henrique.

SPINTA AZERA – Un Qarabag più offensivo all’ingresso in campo nel secondo tempo, la spinta degli azeri ha messo in difficoltà la Roma in mancanza del filtro De Rossi e con un Gonalons che ha faticato a trovare le misure a centrocampo. L’ingresso in campo di Florenzi al posto di Defrel e proprio del capitano giallorosso hanno aiutato la squadra di Di Francesco ad allungarsi e a sfruttare maggiormente le fasce in fase di spinta, oltre che a coprire il reparto arretrato. Una difesa che ha visto nel secondo tempo Kolarov in difficoltà: il 31enne serbo ha disputato tutte le gare da inizio stagione, venendo sostituito solamente nell’ultimo quarto d’ora della gara contro i friulani. La Roma ha in ogni caso portato a casa i tre punti svolgendo il compitino in una gara che avrebbe potuto vincere senza problemi solo alzando i ritmi e mostrando maggiore qualità nel gioco. La testa ora va al Milan, una squadra in crisi e che avrà voglia di rivalsa: una partita a San Siro da affrontare in tutt’altro modo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: